17° Trofeo Neirotti

il mondo della tavola a vela si trova sul Garda Trentinonel ricordo dell’amico surfista

Appuntamento sabato 5 e domenica 6 maggio, dunque, presso il Circolo Surf Torbole, Via della Lova 1 a Torbole sul Garda, in centro paese.

 TORBOLE SUL GARDA (TN) – Sarà la XVII edizione, si disputerà ma fare gli scongiuri non servirà a nulla, perché sul Garda trentino il vento non manca mai. Ai cancelli di partenza per l’organizzazione congiunta di Circolo Surf Torbole e Circolo Vela Arco una due giorni diwindsurf dedicata a Paolo Neirotti, surfista, amico e gran frequentatore delle acque trentine fino alla sua tragica scomparsa. Regata valida per la Coppa Italia Formula Windsurfing e Campionato Slalom Garda trentino, il “Trofeo Neirotti” porterà a Torbole i migliori specialisti italiani della tavola a vela, ma anche tantissimi amici dell’indimenticato surfista torinese che lasciò tutti increduli nel 1995, anno della sua scomparsa, durante la “Garda Trentino Cup”.

Accasciatosi durante una regata per un improvviso malore lasciando per sempre la sua famiglia, gli amici e il mondo che tanto amava, i due sodalizi trentini dedicano ogni anno questa regata di primavera dedicata al mitico “ITA 47”, il suo numero velico. Paolo Neirotti gareggiava nella classe “Funboard” con risultati di assoluto rilievo, sia nella formula “Racing” (classe di cui oggi la Formula Windsurfing è degna erede) sia in quella “Slalom”, e allora ecco che da due anni a questa parte l’organizzazione ha pensato di assegnare il Trofeo Neirotti al miglior surfista Overall tra Formula e Slalom.

Nei due distinti campi di regata, uno “Upwind” per la Formula Windsurfing e l’altro “Slalom”, gara veloce con percorso Down Wind, la flotta sarà suddivisa in base alla categoria di appartenenza, ma solo chi disputerà ambedue le discipline potrà concorrere per la vittoria del “Trofeo Paolo Neirotti” l’anno scorso vinto dall’atleta romano Marco Begalli, numero velico ITA 415.

Carlo Cottafavi, presidente della AICW (Associazione Italiana Classi Windsurf) ricorda così l’amico Paolo: “Caro Paolo, sabato e domenica saranno 17 anni che ci hai salutato, non riuscirò a fare tutta la regata, gli anni passano, tu volevi fermamente fare per i giovani del nostro amato sport, io darò la mia attrezzatura Formula a un giovane per correre in tuo ricordo. Sarà il mio modo di farti sapere che crediamo nei tuoi valori. Un abbraccio ovunque tu sia.”

Carlo Pompili, presidente del Circolo Vela Arco, aggiunge: “È dal 1996 che si disputa il memorial a lui dedicato. Paolo, nato a Torino, vissuto dapprima a Parma e poi a Verona ha dedicato la sua vita sportiva e professionale al windsurf, divenendo personaggio carismatico, sempre impegnato in prima persona nel difendere i diritti dei surfisti e l’affidabilità delle attrezzature made in italy. E’ stato vicepresidente della PBA (Professional Boarding Association), e ci ha lasciati una domenica di maggio a soli trentaquattro anni, durante una prova della Garda Trentino Cup. Paolo, affetto da una malattia cardiaca, scelse di sfidare la morte per non rinunciare alla sua grande passione per la vela che lo aveva sempre accompagnato. E’ il nostro modo di tenercelo sempre vicino”.

Lo scorso anno parteciparono oltre novanta atleti provenienti in maggior parte dall’Italia, ma anche da Paesi limitrofi quali Svizzera, Francia, Austria e Germania accorrono a Torbole per questa regata. “E’ tutto pronto – fa sapere Giovanni Nogler, presidente del Circolo Surf Torbole – per onorare la meglio la sua memoria. Paolo era un amico di tutti, il Trofeo a suo nome è la miglior cosa che noi si possa fare per tenere vivo il suo ricordo”.

Milano, 2 Maggio 2012

Autore dell'articolo: TurismoSociale