I pini e le querce di Acatti ed Afreni. Tra i titani d’Aspromonte.

Una fresca domenica d’autunno, primo mattino. Percorriamo in auto la lunga e tortuosa strada asfaltata che, poco prima di Gambiare (per chi proviene da Bagaladi), sale verso il Montalto (m. 1950), massima elevazione dell’Aspromonte. L’ombra misteriosa della faggeta si alterna alla luce radente del sole che inonda la tavolozza policroma del bosco in veste autunnale: […]