#albeinmalga in Trentino e altri 9 motivi per svegliarsi presto

Gli ambasciatori del Trentino si sono uniti, per regalarvi un’esperienza unica durante l’estate 2014: #albeinmalga. Nei mesi di luglio e agosto, il sabato, avrete la possibilità di godere dell’alba  in montagna, conoscere i segreti della vita di malga direttamente dal malgaro, assaggiare i suoi prodotti freschi a colazione e partecipare ad escursioni naturalistiche con accompagnatori esperti che vi condurranno in un viaggio tra i tesori custodi nel territorio.

fare-formaggio

Vi avevamo già raccontato l’esperienza ad #albeinmalga e la nostra  “prima volta” a Malga Coredo, in Val di Non. Era stata una giornata talmente entusiasmante che per l’estate 2014 abbiamo deciso di riviverla, partecipando già al primo evento in programma. Dopo aver riportato – condiviso – tormentato i nostri amici per un anno interno, con il ricordo di #albeinmalga (scopri il nostro racconto all’evento organizzato in Val di Non) riusciamo a convincere qualche “cittadino” in più a puntare la sveglia presto. Il risveglio, non è stato dei più facili: chi ci ha raggiunto direttamente dal suo venerdì sera, chi si è addormento, altri ancora hanno sbagliato strada… Aneddoti che oggi ricordiamo con il sorriso, e che arricchiscono i loro racconti da “montanari-mattinieri-neofiti”, pronti ad elencare a tutti 10 buoni motivi per cui vale la pena “svegliarsi presto al mattino e partecipare ad #albeinmalga” .

albeinmalga
#1 Ascoltare il silenzio del mattino
Ecco, ci siamo. Lungo il viaggio verso il luogo di ritrovo (nel nostro caso, ore 5 – Val di Rabbi – in Val di Sole), arriva prima o poi il momento in cui ti ritrovi solo, con il silenzio delle luci del mattino. Tutto il resto scompare – smetti di seguire il mondo attorno, per ascoltare le tue emozioni. Ti scopri libero come una delle nuvole che vedi in cielo e che si fonde con i paesaggi attorno. Inizi a volare sopra ai problemi e al ritmo frenetico della quotidianità, e ti senti leggero.

#2 Le strade vuote – la natura addormentata
Nelle prime ore del mattino, il percorso che ti porta alla malga è “fluido”. Le strade non sono trafficate, la natura che le abbraccia è ancora addormentata, ma viva, con i suoi suoni dolci e i profumi intensi. Tutti parlano sottovoce per godere del momento – per tornare a vedere ogni cosa “con occhi nuovi – sperimentare il vero viaggio di scoperta” (cit. Proust).

valdirabbi

#3 Conoscere volti nuovi
La bellezza dei luoghi attorno a noi – le sfumature dell’alba – la condivisione dell’esperienza: tutti fattori che ci liberano dalle inibizioni che spesso condizionano la quotidianità, e ci permettono di stringere rapporti con più facilità. Ad #albeinmalga avrete la possibilità di arricchirvi, conoscendo nuove persone: il malgaro e tutti i volti che animano la malga (nel nostro caso Armando, gestore di Malga Stablasolo e i suoi meravigliosi collaboratori), gli altri ospiti in Val di Sole e gli ambasciatori del Trentino (come Patrizia della Strada della Mela, Vittorio dell’Apt della Val di Sole o Diego e Maria Ida di Trentino Tv). In questi rapporti spontanei, non prevedibili, troverai bellezza ed energia.

#4 Imparare a mungere
E’ il primo aneddoto che viene raccontato da chi ha vissuto #albeinmalga: “ho imparato a mungere una mucca”. Un’attività che appartiene al passato e che riscopriamo tutti volentieri, perché ci permette di mettere le radici nella nostra terra, sentirci più vicini alle tradizioni e testimoni, a nostro modo, della storia locale. Ringraziamo Piero, malgaro a Malga Stablasolo, per la pazienza e disponibilità con cui ci ha guidato in questa avventura unica!

mungere-mucca

#5 Avvicinarsi a nuovi antichi mestieri
#albeinmalga non è solo “mungere la mucca”, ma è anche scoprire i mestieri di un tempo, che vengono ancora praticati in malga. Come l’arte casearia. Armando ci ha spiegato come si producono lo yogurt, la panna e naturalmente i formaggi: il Casolét (Presidio Slow Food), il Nostrano, la ricotta, il burro. Durante i suoi racconti, abbiamo riscoperto l’innocenza che avevamo da bambini: quella curiosità genuina, che rende attenti all’ascolto, e ci fa crescere.

#6 Colazione fresca, genuina, abbondante
Questo, è il secondo aneddoto che viene raccontato da chi ha partecipato ad #albeinmalga. L’importanza che gli viene attribuita è giustificata: dopo l’esperienza nella stalla, il malgaro propone a tutti la sua colazione…particolarmente ricca! A Malga Stablasolo abbiamo assaporato: succo di mele e limone, succo di rabarbaro, latte fresco appena munto, yogurt – burro – formaggi di malga, marmellata e dolci fatti in casa, salumi appena affettati e mieli locali.

#albeinmalga

#7 Avventurarsi nella natura assieme
Dopo la colazione, viene sempre proposta un’escursione guidata. Con Armando, che ci ha accompagnato con i suoi preziosi racconti, siamo partiti alla scoperta del Parco Naturale dello Stelvio. Un’emozione ad ogni passo, fino a raggiungere le famose cascate di Saent. In cima, tutti vicini al fluire frizzante dell’acqua di montagna, ci siamo “aperti alla natura”. Abbiamo apprezzato la danza delle luci del mattino e i suoi riflessi sui zampilli delle cascate, e provato la magia del dialogo sincero e pieno di armonia con il mondo attorno a noi.

#8 Riscoprire il valore del tempo
Nel ritorno verso la malga, scopri che non è ancora mezzogiorno e ti stupisci di tutte le emozioni che hai già vissuto. Ripensi alle attività che hai fatto – semplici, ma speciali – e che ti hanno reso felice.

albe-in-malga
#9 Condividere l’esperienza
Quando vivi così tante sensazioni ed emozioni, è inevitabile, aumenta la tua propensione alla condivisione. Non vedi l’ora di raccontare l’esperienza ad amici, parenti, conoscenti, di persona o sui social. Invitiamo tutti a vivere la nostra esperienza ad #albeinmalga, che ci ha insegnato che se ci circondiamo di persone vere e di cose belle e autentiche, la nostra crescita, è più facile!

…avete partecipato ad #albeinmalga? Aggiungete altri motivi al nostro speciale elenco!

Scopri le proposte degli hotel & resort Vita Nova, dove puoi soggiornare per vivere con l’esperienza di #albeinmalga!

Prossimi appuntamenti: Sabato 19 luglio ( Malga Sass – Val di Fiemme e Malga Ritorto – Madonna di Campiglio), Sabato 26 luglio (Malga Trat  – Valle di Ledro e Malga Valcoperta di Sotto – Altopiano della Marcesina), Sabato 2 agosto (Malga Stabolone  – Valle del Chiese e Malga  Vallorsara – Folgaria), Sabato 9 agosto (Malga Fossernica di Fuori – Valle del Vanoi e Malga Spora –Dolomiti di Brenta), Sabato 16 agosto (Malga Brigolina – Monte Bondone e Malga  Stabio  – Bleggio Superiore), Sabato 23 agosto (Malga Cengledino – Valli  Giudicarie e Malga  di Coredo  – Val di Non), Sabato 30 agosto ( Malga  Sasso Piatto  – Val di Fassa e Malga Susine  – Monte Baldo)

 

Foto di: Strada della Mela, Diego Larentis (Trentino TV), Ideaturismo

L’articolo #albeinmalga in Trentino e altri 9 motivi per svegliarsi presto sembra essere il primo su Trentino Wellness Blog.

Autore dell'articolo: TurismoSociale

Lascia un commento