Asti Albergo Etico Accademia dell’indipendenza

indipendenza5Il progetto “Albergo Etico”nasce nel 2009 grazie ad una felice intuizione di amici e professionisti intenzionati a dare il proprio contributo per migliorare la società in cui vivono. Motivati da una necessità specifica, ovvero permettere ad una ragazzo affetto da sindrome di down di terminare con uno stage il proprio percorso formativo, l’attuale gruppo di lavoro identifica nel ristorante, e successivamente in un albergo, il luogo ideale dove condividere esperienze utili alla crescita della persona, alla maturità fino all’indipendenza.

La Scuola di Formazione Colline Astigiane aveva in quei mesi la necessità di inserire in stage uno dei loro ragazzi, Nicolò, per permettergli di ottenere il diploma scolastico. Lo Chef Antonio De Benedetto, ex allievo di quello stesso Istituto, accoglie da subito con entusiasmo la proposta della Direttrice dott.ssa Barbarino. Erano previste poche settimane di lavoro, una sorta di procedura burocratica; possiamo tranquillamente dire oggi che si trattava di uno stage dai risultati dubbi, forse senza troppe attese.

L’ambiente che circonderà Nicolo avrà un effetto dirompente. Oggi quello stagista è il simbolo di un ristorante, di un movimento, di un processo che sta trasformando una città, Asti, e non solo. Oggi quello stagista ha le chiavi del Ristorante, vive da solo, ha i suoi amici.
Cosa ancora più importante: ha un regolare contratto di lavoro e fa il tutor ad altri ragazzi.

Nicolo ha portato l’Albergo Etico al Parlamento Europeo a Bruxelles, al Quirinale ad incontrare il Presidente Napolitano, in Vaticano a stringere la mano a Papa Francesco, in Regione Piemonte per ricevere riconoscimenti dal Presidente Cota e Chiamparino.
Giornali, Tv, Radio, grandi eventi dello sport e della ristorazione hanno voluto che Nicolo e i suoi colleghi diventassero il simbolo della voglia di cambiare e di vivere la società in modo attivo e non passivo.

Il settore turistico, come si avrà modo di approfondire conoscendo più da vicino l’esperienza dell’Associazione Albergo Etico,  è un canale privilegiato per l’inserimento lavorativo di persone con disabilità intellettiva. La struttura alberghiera, con la reception, gli uffici, la sala ristorante, la sala bar, la sala delle colazioni, la cucina,  le camere del personale… è il luogo di apprendimento ideale, proprio perché il più vicino al concetto di casa, l’unico in cui queste persone spesso si sentono a loro agio. L’organizzazione del lavoro tra funzioni front office e back office, ovvero tra attività a diretto contatto con la clientela e altre invece che vedono limitati a casi sporadici la relazione con i clienti, è un elemento intrinseco alle strutture alberghiere molto utile per accompagnare i ragazzi gradualmente verso la dimensione relazionale con gli estranei.

Abbiamo definito con l’espressione “accademia dell’indipendenza” il percorso di 3 anni di formazione/lavoro nell’Albergo Etico.

E’ un percorso graduale attraverso cui il ragazzo apprende a svolgere tutte le mansioni dell’albergo e ristorante (nido artificiale) e le replica nel contesto familiare (il proprio nido).
Il percorso è stato pensato di 3 anni perché l’esperienza ci ha permesso di capire come sia il tempo medio necessario per giungere ad una autonomia vera.
I ragazzi imparano a non tornare a casa per dormire ma a dormire nelle stanze dedicate al personale. Questa è un’altra grande occasione per tagliare il cordone ombelicale con la famiglia e imparare a vivere con i propri coetanei. E’ incredibile osservare come queste occasioni di autogestione li responsabilizzino. Qui non ci sono assistenti e/o educatori ma solo colleghi di lavoro.
I più esperti e maturi fanno da tutor ai nuovi arrivati.

Per ulteriori informazioni:
www.albergoetico.it – il sito dell’Associazione Albergo Etico
Il volume “Libertà è un viaggio senza barriere”, Asti 2014

Autore dell'articolo: TurismoSociale