BICIVIAGGIARE: l’incontro tra Salvaciclisti Bologna e IT.A.CÀ

Non è un caso se negli anni ‘60 il boom di turismo di massa ha coinciso con la motorizzazione: le mete più raggiungibili in auto sono diventate anche le più popolari, trasformando l’economia e la composizione sociale di intere regioni e città.

Con la grande nausea dalle spiagge affollate e dalla formula del villaggio turistico, stiamo assistendo, dopo 50 anni, a un’inversione di tendenza: l’auto è sinonimo di stress, code interminabili, tempo prezioso sottratto alle nostre vacanze. Ora sono le aree intatte, i siti naturalistici, i trekking urbani e il turismo lento, il contatto con le comunità locali e l’autenticità dei territori ad essere al centro dei desideri nel sogno di una vacanza ideale. “Luoghi come Venezia o come le Isole dei Principi di Istanbul”, ci ricorda Paolo Pinzuti di Bikeitalia.it, “hanno costruito la propria immagine e fruibilità sull’assenza delle auto”. Sono cambiati quindi i mezzi per raggiungere le mete delle migliori esperienze di turismo responsabile: il treno, la bici, i percorsi a piedi, le soluzioni intermodali sono quelle che permettono gli incontri, l’osservazione, il benessere fisico e psicologico.

09

Per questo si parla di “turismo della mobilità nuova”, e se ne parlerà in un tavolo dedicato a Bologna l’11 aprile 2015 in occasione degli Stati Generali della Mobilità Nuova, un momento in cui gli operatori di tutta Italia si ritrovano per delineare delle soluzioni politiche e culturali per rimuovere questi ostacoli che ancora incombono sullo sviluppo del turismo e delle nuove forme di mobilità.

La petizione che promuove formule di abbonamento treno+bici ha visto la sua prima vittoria in Emilia Romagna, con uno sconto del 50% rispetto al passato e un incentivo di 100 euro per l’acquisto di una bici pieghevole, e oggi si discute a Montecitorio (Roma) di come promuovere l’intermodalità treno + bici.

10915326_10153000349514589_3758783439686948940_n-695x390

La possibilità di caricare le bici sui treni in spazi dedicati è infatti uno di quei fondamentali tasselli su cui la politica e le aziende di trasporto ferroviario devono lavorare per rendere possibile il cicloturismo, uno dei settori più promettenti per il turismo responsabile.

Per questa ragione l’edizione 2015 di IT.A.CÀ si aprirà a Bologna il 22 maggio con il convegno «BICI VIAGGIARE, conoscere e promuovere l’Europa in bici», un’intera giornata una sessione mattutina di riflessione teorico-politica, dalle esperienze già strutturate di alcuni operatori e di alcuni territori, per portare ad esempio i progetti già realizzati o in corso d’attuazione in altre regioni d’Italia.

01

Nelle sessioni pomeridiane, un tavolo di co-progettazione per coordinare il palinsesto degli interventi infrastrutturali sulle ciclovie emiliano-romagnole e un seminario di formazione Unibike – l’università della Bicicletta per gli operatori del settore ricettivo che desiderano attrezzarsi per accogliere cicloturisti locali e stranieri.

Il programma di Biciviaggiare all’interno del festival IT.A.CA (il primo festival in Italia che parla di turismo responsabile) continua, attraversando le regioni, proponendo piccoli itinerari, come l’inaugurazione del primo Bici Grill dell’Appennino Bolognese e un magnifico viaggio in bicicletta che collegherà l’Emilia Romagna, culla del Festival, con il nuovo territorio parte della grande isola di IT.A.CÀ Trento, dove il festival sarà presente il dal 4 e il 7 giugno 2015.

05

Il viaggio sarà la migliore ambasciata per gemellare i due territori: La via del Tortello, un tour intermodale di 4 giorni attraverso 3 regioni, 3 tradizioni gastronomiche, la bellezza dei siti UNESCO attraverso le vie d’acqua: 226 km in treno, 42 km in barca, 285 km in bici lungo Adige, Mincio, Po e Navile.

La via del tortello è la prima iniziativa del progetto Biciviaggiare, nato dall’incontro tra mobilità urbana a basso impatto e turismo responsabile, tra Salvaciclisti e IT.A.CÀ: un nuovo modo di conoscere e amare il territorio!

Buone pedalate…

Blog IT.A.CÀ
Simona Larghetti 

Salvaciclisti-Bologna

IMG_20141121_124201

 

Autore dell'articolo: TurismoSociale

Lascia un commento