Calabria | Pasqua con SOS Rosarno: tra storie di migranti, agri-cultura e resilienza.

Date ed eventuali variazioni sul programma possono essere concordate con l’agenzia.

Viaggio per gruppi: l’itinerario presenterà variazioni a seconda del numero e della volontà dei viaggiatori, in coordinamento con l’organizzazione dei referenti locali.

Una vacanza unica nei paesaggi della Calabria tirrenica per conoscere l’esperienza di contadini e piccoli produttori biologici, le storie di antichi mestieri e nuovi artigiani, la resistenza di associazioni attive nella difesa di questa terra e della convivenza armoniosa dei suoi abitanti.

Un viaggio tra mare e montagna che ci permetterà di vivere tutta la bellezza e la forza di questi mondi, di assaporarne l’ospitalità e soprattutto di sostenerli concretamente nel loro vivere quotidiano, imparando a conoscerne l’asprezza e le difficoltà e condividendone i sogni.

Programma

1° giorno venerdì 18 aprile

Arrivo nel tardo pomeriggio a Lamezia Terme (aeroporto) o Rosarno (stazione).

Trasferimento alle Terrazze di Martina o alla Fattoria Sociale Terre di Vasia: entrambe le strutture fanno parte attivamente del progetto Sos Rosarno. Incontro di conoscenza con i referenti locali.

Cena a base di prodotti biologici locali e incontro con attivisti e produttori di Sos Rosarno.

Il progetto SOS Rosarno è una “festa” che si svolge negli agrumeti e negli uliveti della piana di Gioia Tauro e non solo, dove contadini cocciuti, immigrati ed abitanti di questa terra coltivano insieme, tra mille difficoltà, un futuro nuovo: “una nuova civiltà contadina”. I prodotti di SOS Rosarno provengono rigorosamente da agricoltura biologica. Tutti i produttori sono piccoli proprietari, singoli o associati in cooperative, che assumono regolarmente la manodopera impiegata, per oltre il 50% immigrata, e sono interni al circuito della solidarietà con gli africani che vivono e lavorano a Rosarno. Una quota del prezzo di tutti i prodotti va a finanziare l’attività di “Africalabria, uomini e donne senza frontiere, per la fraternità”, associazione multietnica che a Rosarno e dintorni coinvolge italiani e stranieri in attività di sostegno ai braccianti immigrati, come prima assistenza, supporto informativo e nelle rivendicazioni per il rispetto dei diritti fondamentali, scuola d’italiano.

2° giorno sabato 19 aprile

Visita a Riace tra i vicoli e le botteghe del “paese dell’accoglienza” e relax attraversando i paesaggi costieri ionici.

Pranzo al sacco sulla spiaggia davanti al tratto di mare dove sono stati rinvenuti i celebri Bronzi.

Nel pomeriggio trasferimento all’antico Borgo di Stilo e alla Cattolica, il tempietto bizantino meglio conservato al mondo e, subito dopo, visita al Monte Stella.

Rientro in serata alle Terre di Vasia o alle Terrazze di Martina dove, in compagnia degli amici afro-calabresi, ci delizieremo il palato con una gustosissima cena senegalese.

Chiuderemo la serata con la musica africana dei Kasummaye 2.

3° giorno Pasqua 20 aprile

Visita alla Fattoria Sociale Terre di Vasia: Michele ci mostrerà il processo di produzione del miele e ci accompagnerà in un percorso di rieducazione alimentare che ha radici profonde nella cultura contadina calabrese.

Alle 12:00 ci trasferiremo a Rosarno per assistere alla Affruntata, rappresentazione religiosa di carattere popolare con origini pagane.

Pranzo di Pasqua alle Terre di Vasia/Terrazze di Martina

Nel pomeriggio andremo a trovare Turi e Yaya, poliedrici artisti, musicisti, cantastorie, naturopati, artigiani e tanto altro. Nel loro laboratorio d’arte sperimenteremo con le mani e con la fantasia la lavorazione dell’argilla.

Cena libera.

4° giorno Pasquetta 21 aprile

Sveglia all’alba e colazione a base di ricotta calda presso i pastori Crudo di Monte Poro. Assisteremo al processo artigianale di caseificazione, espressione della tradizione pastorizia locale.

Proseguiremo alla volta di Zungri per visitare l’insediamento rupestre degli “Sbariati”, agglomerato di circa cento case-grotta di tufo, creato dai monaci Basiliani nel XII secolo.

Picnic sulle sabbie bianche della spiaggia del Tono a Capo Vaticano

Nel pomeriggio passeggiata tra le viuzze dei quartieri antichi di Nicotera, Giudecca e Baglio, al Castello Ruffo ed alla Cava litica di epoca romana.

Cena alle Terrazze di Martina.

5° giorno martedì 22 aprile

Mattinata libera, saluti e…il viaggio potrà terminare o proseguire concordando con i referenti locali nuovi pernottamenti, mete ed escursioni opzionali.

Referente locale

Giuseppe Pugliese, Associazione SOS Rosarno

Quando

Il presente programma è valido per le date 18- 22 aprile

Quanto

Voce Quota individuale

(minimo 6 persone)

Quota viaggio adulti

280 €

Quota viaggio bambini (4 – 9 anni)

150 €

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’ AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • pernottamenti con prima colazione
  • cene/pranzi solidali previsti in programma
  • quota DT ViaggieMiraggi
  • spese di organizzazione
  • accompagnamento
  • laboratori, degustazioni, dimostrazioni in programma
  • trasferimento da/per la stazione ferroviaria di Rosarno

Il costo totale espresso non comprende:

  • il trasporto di A/R fino a Lamezia o Rosarno
  • pranzi e cene non previste in programma
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 6 persone. Il viaggiatore sarà informato 10 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Iscrizioni

E’ possibile prenotare il viaggio entro l’8 aprile 2014.

Per il termine e le modalità di iscrizione consultare la pagina Come viaggiamo.

N.B. Si prega di comunicare eventuali intolleranze alimentari, allergie ed esigenze particolari.

Informazioni

Per maggiori informazioni :

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.