Cascate di ghiaccio del Piemonte: Ceresole Reale, 7 occasioni di arrampicata

Per chi stesse cercando cascate di ghiaccio in Piemonte per praticare l’arrampicata con piccozza e ramponi, Ceresole Reale è sicuramente una delle mete da tenere in seria considerazione.

Conosciamo già questo gioiello tra le Alpine Pearls per le sue piste da sci di fondo e per le arrampicate, ma gli amanti del cascatismo, disciplina relativamente recente dell’alpinismo invernale, hanno imparato a conoscerla anche per le sue numerose cascate ghiacciate.

Nell’area di Ceresole Reale, infatti, è possibile accedere a ben sei occasioni di arrampicata sul ghiaccio.

Cascata della Peschera (difficoltà AD, esposizione Nord) – località San Meinerio

Cascata Ghiarai (difficoltà AD, esposizione Nord) – località Lilla

Cascata dei Chiapili di Sopra (difficoltà AD, esposizione Sud) – località Chiapili di Sopra (da raggiungere a piedi da Chiapili di Sotto con strada ghiacciata)

Cascata di Remart (difficoltà D, esposizione Sud) – località Chiapili di Sopra

Cascata di Pian Ballotta (difficoltà D+, esposizione Est) – località Serrù

Cascate della Basei (difficoltà D+/TD-, esposizione Est) – Colle del Nivolet

Oltre alle cascate ghiacciate amate dagli arrampicatori più o meno esperti, il territorio di Ceresole Reale offre un’ulteriore occasione dedicata a chi vuole affinare la propria tecnica in “ambiente controllato”. È l’X Ice Park, la palestra di ghiaccio della falesia dei mutanti, con 30 cascate di difficoltà diversa, in cui le soste sono attrezzate per le calate. I cartelli informativi mettono al corrente della difficoltà dei vari itinerari.

Per maggiori informazioni sulle cascate di ghiaccio di quest’area del Piemonte, si consiglia di fare riferimento al CAI Sezione Chivasso.

 

Fonte immagine: wikimedia.org

Autore dell'articolo: TurismoSociale

Lascia un commento