Convegno “Un turismo per tutti”

Adeguare le politiche e le strategie nel campo turistico per garantire reali proposte di accoglienza rivolte a turisti con esigenze particolari come le persone con allergie alimentari o ambientali, i cardiopatici, gli anziani, le donne in gravidanza, le famiglie con bambini, le persone con difficoltà di movimento o con disabilità sensoriali.

Sarà questo il focus attorno a cui si concentrerà il convegno “Un turismo per tutti” organizzato, per il secondo anno consecutivo, dall’Osservatorio sul sistema montagna “Laurent Ferretti” della Fondazione Courmayeur, dal CSV Onlus ed dal Consorzio delle Cooperative sociali “Trait d’Union”. L’edizione 2009 del convegno, che  si terrà venerdì 27 marzo 2009 a partire dalle ore 14,30 presso il salone delle manifestazioni di Palazzo Regionale ad Aosta, si concentrerà, in particolare, sulla formazione, la promozione ed il volontariato attraverso l’intervento di esperti e la presentazione di esperienze e di progetti di turismo accessibile.

L’attenzione a questo tipo di esigenze può rappresentare, per un territorio turistico, la possibilità di rendere fruibili le sue peculiarità  e di accogliere un maggior numero di ospiti. Come risulta, infatti, da un’autorevole ricerca svolta dalla Touche-Ross, sono circa 50 milioni le persone con disabilità in tutta Europa e, di queste, l’indagine  valuta che circa il 72%, quindi 36 milioni, hanno propensione e possibilità di viaggiare. Attualmente solo 5 o 6 milioni di queste viaggiano. Il dato, inoltre, non comprende le persone che, pur non essendo disabili, necessitano di particolari accorgimenti per i loro soggiorni turistici (anziani, famiglie con bambini, persone allergiche ecc…).

I lavori del convegno, divisi in tre diverse sessioni – la formazione, l’informazione e la promozione, il volontariato – vedranno relatori, esperti, funzionari, rappresentanti del mondo del volontariato, responsabili di imprese sociali provenienti dalle Valle d’Aosta, dal Trentino-Alto Adige, dalla Svizzera confrontarsi su esperienze, modelli, culture e conoscenze sul turismo accessibile.

Al termine delle tre sessioni si terrà una tavola rotonda sul tema “Il ruolo della formazione, dell’informazione e della promozione”. Al dibattito, moderato dalla giornalista Rosita Ferrato, interverranno Franco Bomprezzi, editorialista di Vita, Annibale Salsa, presidente del CAI, Francesco Mismirigo, membro di direzione della Federazione Ticinese Integrazione Andicap, Stefano Landi, presidente di SL&A Turismo e Territorio e dell’Associazione Si può Laboratorio Nazionale turismo accessibile e Silvana Perucca, Presidente Adava. A chiudere i lavori sarà l’Assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali Albert Lanièce.

Il programma