Costa Diadema, la nuova nave della Costa Crociere

La Costa Diadema è la nave di prossima uscita della compagnia Costa Crociere: prevista per il mese di novembre 2014, essa è attualmente collocata nel cantiere navale Fincantieri di Venezia. Le sue misure: lunga circa 34 metri e larga 36, per 132.500 tonnellate di stazza lorda.
La data precisa della presentazione della Costa Diadema è il prossimo 30 di ottobre. La nave prevede molte innovazioni a bordo, tra proposte gastronomiche e intrattenimento. Le parole chiave saranno comfort e alta qualità, sia per gli ambienti che per le proposte culinarie: il design di interni e aree pubbliche verterà sul comfort, la spaziosità e la modernità, e la proposta di vini della nuova Vinoteca sarà eccelsa. La Costa Diadema ha già pronti i suoi itinerari, previsti per l’autunno – inverno – primavera 2014 / 2015: la nuova, elegante nave ammiraglia della Costa Crociere propone crociere nel Mediterraneo occidentale per la durata di una settimana. Con partenza da Savona ogni sette giorni, la nave farà rotta per il Sud della Francia alla volta di Marsiglia, poi Barcellona (Spagna), Palma di Maiorca, Napoli (Italia), La Spezia (Italia) e infine ritorno a Savona (Italia).

E’ dunque in arrivo un nuovo gigante da crociera, grazie alla sua capienza di poco meno di 5 000 passeggeri, con i luoghi di intrattenimento più esclusivi del settore e uno standard nuovo per gli ospiti. Il nome richiama bellezza e perfezione, e la Diadema è davvero il nuovo gioiello della compagnia di navigazione, che già attualmente ricopre una posizione di estremo riguardo nel panorama mondiale delle crociere. In questa nuova nata, la Costa Crociere riserva al centro benessere Samsara un’estensione su quattro livelli… un’esperienza di benessere unica sia nelle dimensioni che nelle strutture presenti. Da segnalare i 7 ristoranti e i 15 bar, nonché i divertimenti per i croceristi più piccoli che potranno anche avvalersi di un simulatore di auto da corsa, mentre gli adulti si godranno un film sullo schermo gigante sul ponte.

Autore dell'articolo: lucasofti