Costa People: conosciamo Salvatore, Bar Manager con la passione del caffè

 

Amici oggi vi presentiamo Salvatore, dal’Italia, amato ed apprezzato Bar Manager che ha una lunga storia in casa Costa. Anche la sua passione per il caffè è iniziata molto presto, scoprite quando:

Nome: Salvatore Balzano

Ruolo: Bar Manager

In che cosa consiste il tuo lavoro a bordo?

Sono il responsabile del servizio bevande della nave, della supervisione e dell’ organizzazione del personale. Il numero varia a seconda delle dimensioni della nave, posso trovarmi a gestire un gruppo composto da 70 a 100 persone. Con I miei due collaboratori piu’ stretti, il primo che copre il turno di apertura al mattino presto e l’altro il turno di chiusura di notte, ci adoperiamo per mantenere l’alto livello di servizio affinche’ gli Ospiti a bordo si godano il meritato relax. Controlliamo poi tutti insieme il servizio nei vari cocktails party. Non ho una zona fissa di lavoro, guai a stare fermo… devo girare dappertutto dai ponti piscine alle sale da ballo, dal bar dello sport al bar dell’equipaggio.. il mio giro quotidiano comprende quasi tutta la nave.

Da quanto tempo lavori in Costa?

Sono entrato a far parte della Costa Crociere nel lontano aprile del 1972 insieme ai miei fratelli, eravamo in quattro a lavorare in Costa. 

Ho iniziato occupandomi della pulizia dei bar e dei rifornimenti. Mi alzavo molto presto al mattino e seguivo le indicazioni del primo barista. Poi piano piano sono cresciuto professionalmente fino a diventare Bar Manager.

Quali sono le tre destinazioni che ti sono piaciute di più?

Ho viaggiato tanto in tutto il mondo, ma le destinazioni che mi hanno colpito di più sono state il Brasile, la Cina e la Turchia. 

Qual è la tua nave preferita?

Ho iniziato proprio durante la crociera di Pasqua a bordo dell’ Eugenio C. e quella nave mi è rimasta nel cuore. Ho visto crescere l’azienda e io sono cresciuto con lei, ma l’Eugenio C. farà sempre parte della mia vita.

Cosa ti manca di casa e cosa ti piace della vita di bordo?

Sicuramente mi manca molto l’affetto della famiglia. Ma devo ringraziare Costa per avermi consentito di farla crescere. Sono diventato anche nonno! Un nonno felice di tre nipotini. La vita di bordo  mi piace perchè mi permette di fare un lavoro che mi piace tanto. Per me è stato sempre un sogno, fin da piccolo. Andavo nel bar di quartiere e mi divertivo a preparare caffè. Il proprietario del locale aveva fatto relizzare per me uno sgabello che mi permettesse di arrivare alla macchina. È un mestiere che ho preso veramente a cuore.

Grazie a Salvatore per la sua intervista e al prossimo Costa People

 

Autore dell'articolo: TurismoSociale

Lascia un commento