Da Milano a Lecco, sulle tracce di Manzoni tra natura e cultura

Le separa appena un’ora di treno e le lega Alessandro Manzoni. Questo weekend partite dal Museo Manzoniano di Milano e raggiungete i luoghi dei Promessi Sposi a Lecco. D’obbligo anche una gita sui Piani d’Erna

Foto di Tobia Scandolara

Finalmente il sole è tornato. Ecco quindi una proposta per trascorrere la giornata all’aria aperta senza rinunciare ad un po’ di cultura. Se vi trovate a Milano e la casa natale di Alessandro Manzoni, che si trova nel cuore del centro storico e conserva al suo interno un ricco museo con arredamenti originali del 1818, vi ha emozionato, non perdete tempo e mettetevi in viaggio verso Lecco. In appena un’ora di treno sarete giunti a destinazione e il sole avrà iniziato a scaldare l’aria frizzante del lago e delle montagne che lo circondano. Insomma, ci sono i presupposti per concedersi una piccola deviazione di natura e relax sui Piani d’Erna. La funivia che vi poterà ai piedi del Resegone è raggiungibile dal centro con i mezzi pubblici e vi regalerà la visione di un panorama mozzafiato. Concedetevi un pranzo tipico sulle cime e rimettetevi sulle tracce di Manzoni lungo l’itinerario manzoniano di Lecco. Tornate quindi a valle e raggiungete la parte meridionale della città. L’itinerario parte dal quartiere di Pescarenico e dai resti del convento di Frà Cristoforo e prosegue verso i rioni di Olate, ritenuto paese natale di Lucia. Sul promontorio dello Zucco potrete ammirare quello che oggi viene ritenuto il palazzotto di Don Rodrigo, mentre a Somasca, frazione di Vercurago, troverete il castello dell’Innominato. E per partire da dove tutto è cominciato, visitate in via Don Guanella 1 la dimora della famiglia Manzoni e il relativo Museo Manzoniano. Tramontato il sole godetevi il lago in versione notturna, magari davanti ad una bella cena tipica sul lungolago.

***

[Towards Expo Milano 2015] From Milan to Lecco, on the tracks of Manzoni amid countryside and culture

They are separated by just an hour in the train and they’re linked by Alessandro Manzoni. This weekend, start from the Manzoni Museum in Milan and go to the places of the Promessi Sposi in Lecco. A trip to the Piani d’Erna is a must.

Photo by Tobia Scandolara

The sun has, ay long last, returned. So here’s a suggestion for spending a day in the open air without giving up a little culture. If you’re in Milan and the house where Alessandro Manzoni was born, in the heart of the old city centre with a full museum with original furnishings of 1818 has moved you, don’t waste time and start for a trip to Lecco. You’ll arrive in just an hour on the train and the sun will have started to warm the sparkling air of the lake and mountains surrounding it. There are all the conditions for indulging in a little diversion of countryside and relaxation on the Piani d’Erna. The cable car which will take you to the foot of Mt Resegone can be reached from the centre by public transport and will give you a view of a breathtaking panorama. Have a traditional lunch on the peaks and then return to the tracks of Manzoni along the Manzoni itinerary in Lecco. So go back to the valley and then to the southern part of the city. The itinerary starts from the Pescarenico district and the remains of the convent of Frà Cristoforo and continues towards the neighbourhood of Olate, considered birthplace of Lucia. You can admire what, today, is considered Don Rodrigo’s palace on the Zucco promontory while you’ll find the castle of the Innominato at Somasca, a hamlet of Vercurago. And to leave from where everything started, go to Via Don Guanella 1, the home of the Manzoni family and the relative Manzoni Museum. Once the sun has set, enjoy the nocturnal view of the lake, perhaps in front of a lovely traditional dinner on the lake front.

Autore dell'articolo: TurismoSociale

Lascia un commento