Due chiacchiere su Mauritius con Disik!

Isola dei Cervi - Mauritius

Eccomi qua con la seconda intervista ad una blogger della rete: Disik, la simpaticissima curatrice del blog dell’ente turistico mauriziano. Disik è un nome d’arte di una ragazza come tante, che ha lasciato un pezzetto del suo cuore nella bellissima isola di Mauritius, da lei denominata l’isola dell’armonia. Disik è una ragazza dolce, semplice, genuina, che mi ha colpito fin da subito. Non ci siamo mai incontrate, però è come se la conoscessi da sempre. Leggere i suoi post mi rilassa e mi fa sognare e immaginare un’isola dall’anima profonda con tanto da raccontare e da far vedere. Leggendo i suoi post ho rispolverato il mio sogno di bambina di trasferirmi a Mauritius e aprire un negozio di prodotti a base di vaniglia…

Ho perciò chiesto a Disik di rispondere a qualche domanda sulla sua attività di blogger ed ecco qui di seguito le sue risposte.

Quando è nato il tuo blog e cosa ti ha spinto ad aprirlo?
Il blog è nato nell’estate del 2007 e ho deciso di scrivere dell’isola perché da tempo i miei amici si stavano appassionando ai miei racconti di viaggio. Ecco l’idea di tenere un diario dalla mia amata isola che per me è una seconda casa. In fondo potevo dire la mia. L’Ente del Turismo, si è appassionato e interessato al mio progetto e ha deciso di ospitarmi.

Che cos’è per te un blog?
Uno strumento. Uno strumento veloce e semplice che consente di raccontare, parlare di sé e di quello che è importante o divertente, creare relazioni, condividere esperienze. Uno spazio per approfondire, una lavagna dove appuntare immagini, emozioni, ricordi, pensieri. Nel mio caso tutto gira intorno al mio grande amore per Mauritius.

Positività e negatività di lavorare nella realtà dei nuovi media?
Il mio blog non riesco proprio a vederlo come un “lavoro”. E’ piuttosto un momento che dedico a me stessa. Più in generale penso che lavorare “con” i nuovi media non abbia alcuna controindicazione.

Qual è il futuro dei blog in Italia?
Leggevo non più tardi di un paio di giorni fa che chiunque decida adesso di aprire un blog dovrebbe cambiare idea perché sempre più questa sta diventando una forma di comunicazione “professionale”. Beh io non sono d’accordo.
Se i blog saranno in grado di esprimere contenuti di valore, possono diventare dei veri punti di riferimento di navigatori. Mi auguro che il processo di comunicazione dal basso acquisisca maggiore potere e possa far sentire sempre più la sua voce.

Fiore Vaniglia

Qual è il post che hai scritto e che ricordi con maggior piacere?
Come avrai notato amo la cucina dunque sono maggiormente affezionata a quei post che mi ricordano i sapori, i profumi e le essenze di Mauritius e tutte le persone che ho avuto la fortuna di conoscere e che lavorano in quell’ambito.

Nel panorama dei blog di viaggio qual è il blog che reputi più completo ed affidabile (oltre al tuo!)?
Sicuramente Donneconlavaligia, il blogzine (Blog – Magazine) di Marina Misiti. Per più di una ragione.l Intanto è una donna, cosa importante in un panorama (il web) in cui la presenza femminile a certi livelli non è ancora così forte, poi perché attraverso quello strumento Marina ha creato una vera e propria rete di donne che viaggiano e raccontano, fotografano, portano la loro esperienza di “navigatrici curiose” del mondo e del web. Un taglio quindi femminile, veramente interessante.

Quali sono i primi passi da fare per aprire un blog?
Avere chiaro cosa si vuole trasmettere e raccontare, avere voglia di scrivere, sapendo che una delle cose più importanti da fare è tenere sempre aggiornato il proprio blog.

Cosa bisogna fare per aumentare la propria visibilità e avere successo sul Web?
Fai domande impegnative! Naturalmente cercare e attivare relazioni, attraverso link, è la prima maniera per farsi conoscere, inserire il proprio blog nei principali aggregatori è indispensabile poi per farsi trovare da chi fa ricerche mirate, utilizzare bene i tag perché i motori possano indicizzare i post, attivare tutti i feed possibili all’interno del blog, in modo che un lettore affezionato possa scegliere di inserire il blog all’interno del proprio reader, essere presente, se possibile, in diversi punti della rete, ma non in maniera costruita che ci si accorge subito se qualcuno sta “bluffando”. Se si fanno foto, è utile stare su flickr, se si ha voglia di parlare delle proprie letture, allora aNobii è perfetto, se si vogliono condividere dei link cosa c’è di meglio di del.icio.us. Più la presenza è diffusa, più semplice sarà focalizzare l’attenzione, per quanto possa sembrare paradossale, sulla persona e il suo modo di comunicare.

E infine, inserire contenuti interessanti. La rete è fatta di persone mature, che scelgono. E la scelta possibile è infinita, diventa quindi fondamentale la qualità di ciò che si pubblica.
Sul successo… non saprei davvero cosa dire ;-)

Un Grazie di Cuore a Disik, che personalmente spero di poter incontrare un giorno!

Foto: prima foto Isola dei Cervi, Mauritius. L’isola più amata da Disik! Seconda Foto, fiore di Vaniglia by perlinarossa.

Post da: TUI Viaggi Blog

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.