(English) Argentina | In Patagonia

E’ questo un viaggio molto intenso, percorrendo distanze notevoli, dall’estremo sud, Terra del Fuoco, alle coste dell’Atlantico con la sua fauna marina. Affascinati dalla grande diversità paesaggistica dell’Argentina, vedremo il famoso ghiacciaio Perito Moreno, i Pinguini di Punta Tombo, l’unicità di Penisola Valdes, il bosco pietrificato, la Cueva de las Manos. Sia all’arrivo sia alla partenza ci accoglie la città di Buenos Aires, una delle capitali più intriganti di tutto l’America meridionale.

01 nov 2° GIORNO: Buenos Aires

Arrivo a Buenos Aires (capitale del paese dove arrivano tutti i voli internazionali). Trasferimento in B&B nel quartiere di Palermo. Visita della città. In serata sarà prenotata una cena al ristorante. Per chi resiste ancora, possibilità di andare a una “milonga”, discoteca tipica del tango.

02 nov 3° GIORNO: Buenos Aires – Trelew – Punta Tombo – Puerto Piramides

Trasferimento in aereo e in pulmino. Arrivati a Trelew, partiamo con un pulmino per la Riserva faunistica di Punta Tombo, dove a da ottobre a febbraio colonie di pinguini (Pinguino Magellanico) vengono a riprodursi. Ci dirigiamo poi a Penisola Valdes, dove alloggiamo nel paesino di Puerto Piramides.

 03 04 nov 4° 5° GIORNO: Puerto Piramides: visita della Penisola e avvistamento della balena Franca Austral

Nel 1999 la Penisola Valdes è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dalla UNESCO. La penisola è collegata alla costa da uno stretto braccio di terra, dal quale è possibile vedere il mare dai due lati. E’ formata da piccoli altopiani e calette, dove s’incontrano nei diversi periodi di accoppiamento e nascite, elefanti marini, pinguini, foche e diverse specie di uccelli.
Pernottiamo a Puerto Piramides, l’unico nucleo urbano (300 abitanti) della zona e si trova in una posizione strategica protetta da scogliere. Visitiamo Punta Norte e Caletta Valdes, dove avremo la possibilità di osservare colonie di leoni ed elefanti marini. Escursione in barca per l’avvistamento delle balene.

 05 nov 6° GIORNO: Puerto Piramides – Bosco Pietrificato Sarmiento – Perito Moreno

Partiamo la mattina presto prendendo la Ruta 3 che scende verso sud parallela alla costa dell’oceano Atlantico. Arrivati a Commodoro Rivadavia, città caratterizzata dall’industria del petrolio, ci addentriamo nella vallata verso ovest dove si trovano i più importanti pozzi e giacimenti di questo minerale, fino ad arrivare al bosco pietrificato Sarmiento. Proprio le caratteristiche geologiche di questa terra ci danno la possibilità di vedere tra colline di tutti i colori e forme, i resti di alberi fossilizzati appartenenti a 65 milioni di anni fa (Paleocene). Continuiamo il nostro viaggio verso ovest attraversando la steppa patagonica fino alle pendici delle Ande, dove ci fermiamo nel paesino di Perito Moreno.

 06 nov 7° Giorno: Perito Moreno – Cueva de la Manos – Chalten

Partiamo la mattina presto diretti alla Cueva de la Manos. Continuiamo il nostro viaggio nel tempo, questa volta raggiungendo testimonianze dei primi gruppi umani che si spinsero fino a queste latitudini australi almeno 13.000/9000 anni avanti cristo. Si tratta principalmente d’immagini di manidipintenegativo, ma anche raffigurazioni diesseriumani, guanaco, nandù, felini e altri animali, come pure forme geometriche, motivi a zig-zag, rappresentazioni del sole, e lescene di caccia. La “cueva” è in realtà la parete alta di un vero e proprio canyon, spettacolare nelle sue forme e colori, che serviva da zona di caccia e rifugio.

Pranzo alla “Posta” di Caracoles e proseguiamo per El Chalten, dove arriveremo in serata.

 07-08 nov 8° 9° Giorno: El Chalten

Nel bel mezzo del Parco Nazionale dei Ghiacciai, la piccola cittadina di “El Chalten” è stata fondata nel 1985 ed è la base per esplorare una serie di sentieri che portano alla base del Fitz Roy, e al Cerro Torres, considerate le montagne più belle della catena delle Ande. È possibile fare camminate per tutti i gusti e livelli di difficoltà, da piacevoli passeggiate a trekking per l’intera giornata a zone di lagune e laghi ghiacciati di montagna. E’ inoltre possibile fare un’escursione in pulmino al lago del Deserto o la navigazione sul ghiacciaio Viedma (non incluse).

 09 nov 10° GIORNO: El Chalten – El Calafate

Trasferimento di 3- 4 in pullman al paese di El Calafate, punto di partenza per visitare i ghiacciai Perito Moreno e il lago Argentino. Il Calafate è paesino molto turistico, con simpatici ristoranti e la possibilità di mangiare “cordero patagónico” (agnello alle braci).

 10 nov 11° GIORNO: El Calafate -Escursione al Ghiacciaio Perito Moreno

Il ghiacciaio “Perito Moreno” è il più importante, dovuto al fatto che si trova in un luogo di facile accesso e allo spettacolo offerto dallo strepitoso rompersi del ghiaccio nella sua parte più esposta. L’escursione al Perito Moreno ci porta a camminare su un percorso prestabilito davanti al fronte del ghiacciaio. E´possibile fare un “minitrekking” sul ghiaccio (limite di età 65 anni, non inclusa).

 11 nov 12° GIORNO: El Calafate – Ushuaia (in aereo o in pullman)

Trasferimento da El Calafate a Ushuaia. Se per terra, si tratta di un viaggio di circa 18 ore che prevede l’attraversamento del mitico Canale di Magellano, e un interessante percorso lungo la steppa e la Terra del Fuoco. Sosta a Rio Gallego, capitale della Provincia di Santa Cruz e terra natale del Presidente Kirchner. Pomeriggio libero per visita alla città

 12 nov 13° GIORNO Ushuaia Parco Terra del Fuoco

La Tierra del Fuego è un arcipelago d’isole boscose poco abitate a una distanza di più 3000 km da Buenos Aires, tra lo Stretto di Magellano e il Canal Beagle. A queste latitudini estreme la natura appare al suo stato puro: l’oceano, i canali, i fiordi, i monti e le steppe, con una ricca fauna di uccelli e mammiferi marini. Tra gli attrattivi principali si menziona il Parco Nazionale Tierra del Fuego e la Bahía Lapataia e il Canal Beagle. Giornata di trekking nel parco Nazionale della Terra del Fuego.

 13 nov 14° GIORNO: Ushuaia Canal Beagle – Buenos Aires

Alla mattina prestoescursione in barca sul Canal Beagle. Questo canale collega l’oceano Atlantico con quello Pacifico ed è territorialmente condiviso tra Argentina e Cile. Si situa tra lo stretto di Magellano, a Nord e a Cape Horn, a Sud. Nel pomeriggio partenza in aereo per Buenos Aires.

 14-15 nov 15-16° GIORNO: Buenos Aires: visita a progetti e tempo libero

 Durante la mattina visita al quartiere della Boca, con il progetto di turismo urbano, dove con guide del posto avremo modo di conoscere la storia e la realtà attuale di questo quartiere dove l’immigrazione genovese e di tanti altri paesi europei é l’emblema di come si é formata la popolazione dell’Argentina.

Nel pomeriggio incontro in Piazza di Maggio alle 14.30 per partecipare alla tradizionale presenza delle Madri di Piazza di Maggio. Con guida. Visita poi all’Università delle Madri. In serata possibilità di assistere a spettacoli di tango o semplicemente andare a una “Milonga” (sala da ballo dedicata agli appassionati del tango), autogestito.

 Giornata libera a Buenos Aires. Possibilità di camminare per i mercatini di San Telmo o Recoleta, visitare musei. Proposte: escursione al Tigre, tra le isolette del delta de fiume Parana e al caratteristico Mercato dei Frutti, presso Bonanza Deltaventura; visita alla città de La Plata, la storia del paese in una città, la sua architettura, le cooperative di lavoro e i luoghi dell’immigrazione e delle lotte sindacali. (escursioni non incluse) Vedi progetti.

 16° nov 17° GIORNO: Partenza per l’Italia

Mattinata libera per la città. Nel pomeriggio trasferimento all’aeroporto e partenza per l’Italia.

17 nov 18° GIORNO: Arrivo in Italia

______________________________

Costi : 

base 6: 2020 euro

base 8: 1840 euro 

base 10: 1710 euro 

Servizi inclusi:

  • Accompagnatore per tutta la durata del viaggio

  • Tutti i pernottamenti e le colazioni

  • Trasferimento da e per l’aeroporto internazionale

  • Guide locali

  • Tutte le escursioni menzionate come incluse e trasporto per le escursioni

  • Trasferimenti via terra, come parte dell’itinerario

Attività e servizi da pagare con la cassa comune:

  • Trasferimenti in taxi, bus o metropolitana sia nella città di Buenos Aires che nelle varie località che si visitano.

  • Alcuni trasferimenti da/per aeroporto voli interni (in taxi) (Buenos Aires, Ushuaia ed El Calafate)

  • Tasse aeroportuali interne

  • Entrate ai parchi nazionali

  • Pranzi e cene.

Difficoltà del viaggio

In viaggio non presenta difficoltà. Solo possiamo sottolineare che si tratta sì un viaggio con molti spostamenti, soprattutto in aereo e per terra (in particolare la parte tra Puerto Piradimes e El Chalten, che richiede molte ore di pulmino, anche se i paesaggi e l’atmosfera selvaggia e disabitata, ripagano delle lunghe ore di viaggio. Si raccomanda un bagaglio leggero, in quanto nei voli interni il limite è di 15 kg. Si consiglia abbigliamento comodo e sportivo: d´obbligo giacca a vento, berretto, guanti, sciarpa e scarponi per camminare ma anche costume da bagno, calzoncini corti, sandali e cappello e crema solare al nord!

Dove si dorme

Principalmente in B&B in camere doppie. A Puerto Piramides è possibile che dormiamo in letti a castello, max 4 persone per stanza.

Web: www.viaggiemiraggi.org E-mail: viaggi@viaggiemiraggi.org.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.