Fare formazione turistica

Abbattere le barriere culturali, non solo le barriere architettoniche
ARRIVA IN PUGLIA LA FORMAZIONE SPECIALISITCA PER IL TURISMO ACCESSIBILE

Bari. In partenza il 22 settembre il percorso di formazione specialistica “Operatore del Turismo Accessibile”, patrocinato dalla Regione Puglia e organizzato da Planet Assistance con la collaborazione di Valtur e associazioni di disabili della provincia di Bari. Il corso ha gli obiettivi di favorire la piena inclusione sociale dei disabili, di creare nuove opportunità di lavoro per gli operatori del settore e di permettere l’acquisizione di nuovi target di clienti per i gestori di servizi turistici e ricettivi.

Per info 3920635202 o info@planetassistance.it

“Accessibilità del turismo” non significa solamente abbattimento delle barriere architettoniche, ma soprattutto accessibilità delle informazioni, accessibilità economica delle vacanze e soprattutto accessibilità psico-sociale, cioè l’abbattimento delle barriere culturali fatte di pregiudizi e di stereotipi compassionevoli.

Dichiara Anna Scarangella , Responsabile del centro di formazione: “L’accessibilità è un tema sofferto e spesso combattuto. Abbiamo accettato questa sfida. La Planet assieme al Dott. Giancarlo Pascazio, esperto in accessibilità, diritti delle categorie deboli e gestione della disabilità, avvia il corso di Operatore del Turismo Accessibile perché le vacanze sono di tutti e devono essere per tutti.”

Nel cammino verso una partecipazione pienamente integrata all’attività sociale di tutti i cittadini, è necessario che la proposta di un’offerta turistica sia adeguata ai bisogni specifici delle persone con disabilità. A questo scopo è necessaria un’elevata qualità nell’accoglienza dal punto di vista umano e professionale.
La formazione specifica nella conoscenza delle esigenze e delle attese di questo target di clientela costituisce quindi una necessità imprescindibile per garantire un livello di eccellenza nel prodotto turistico.

Il percorso di formazione specialistica “Operatore del Turismo Accessibile” si propone di preparare una figura professionale che possiede le competenze necessarie per occuparsi dell’ideazione, dell’organizzazione e della gestione diretta di viaggi e soggiorni per turisti con esigenze specifiche. Sia gli aspetti tecnici dell’organizzazione di un viaggio sia gli aspetti legati al comportamento saranno oggetto di attività di formazione, per raggiungere un livello di qualità professionale che offra alla clientela sufficienti garanzie di ottenere un prodotto adeguato.

Il percorso ha una durata di 40 ore con un programma di lezioni diviso nei seguenti moduli formativi: Introduzione al turismo accessibile; il turista con disabilità e i sui bisogni specifici; accoglienza del cliente con disabilità; la comunicazione; organizzazione del viaggio; trasporti; orientamento in loco; accomodation; ristorazione; attività in loco; promozione e commercializzazione del prodotto turistico accessibile; project work parte d’aula e parte pratica; possibilità di tirocinio di 3 settimane in struttura Valtur accessibile con vitto e alloggio compresi.

L’Operatore del Turismo Accessibile è un profilo professionale ricercato da tour operator, agenzie di viaggi, enti turistici locali, compagnie aeree, strutture ricettive alberghiere o extra alberghiere, quali villaggi o campeggi, soprattutto nei contesti professionali modernamente organizzati ed orientati all’acquisizione di nuove fette di mercato turistico con elevato potenziale di sviluppo. L’Operatore del Turismo Accessibile può essere il punto di congiunzione tra le organizzazioni che si occupano di disabilità e le realtà più attente del settore turistico.

Per redditi ISEE inferiori a 15.000€ è prevista la compartecipazione alla quota di iscrizione.

Autore dell'articolo: TurismoSociale