Finale Ligure, dove anche le MTB si godono il sole

L’Italia è un paese che non finisce mai di stupire, anche i viaggiatori più esperti. Un esempio è Finale Ligure, famosa per il suo clima mite e lo splendido mare.

Mountain bike nel medioevo.

BEN4303Però, se qualcuno vi raccontasse che nel centro di Finalborgo, uno dei borghi medievali più belli e meglio conservati d’Italia, gli abitanti ed i turisti, passeggiano vestiti come se fossero sulle Dolomiti indossando abbigliamento in pile dai colori sgargianti, giacche tecniche, ginocchiere e protezioni per il busto e che fuori dai localini dove è possibile degustare ottime birre artigianali e specialità culinarie di carne e pesce, ingentilite e profumate dall’eccelso olio d’oliva prodotto con le olive taggiasche del posto, ci sono “parcheggiate” ipertecnologiche mountain bike bi-ammortizzate in carbonio, mentre sui tavolini, tra i calici del miglior bianco locale, vengono appoggiati vissuti caschi in kevlar, e non è finita, qua e là, tra le sedie si possono notare zaini, che quando spostati fanno riecheggiare il tintinnio metallico dei moschettoni e dei rinvii, nelle strette viuzze della borgata, probabilmente fareste fatica a crederlo.

È proprio così, il chiacchierio degli avventori, racconta di pedalate tra panorami indimenticabili o di chi nel gruppo, abbia affrontato meglio la salita del percorso delle “Manie”, ed ancora chi ha derapato meglio nella discesa del “Pian dei Corsi”.

Tutt’altro tema le discussioni dei climber: quel passaggio sulla parete della Rocca di Perti della via “Vecchie Beline” era un “quinto A” o “quinto C”. Difficile arrivare ad un giudizio unanime.

Finale Ligure: capitale dell’Outdoor.

BEN4371Racconti di avventure e di scenari naturalistici unici, sospesi tra terra e mare, interrotti solo dal respiro affannato di un runner di passaggio, che ovviamente viene salutato festosamente da tutti, quasi ad incitarlo. Qui si respira aria di sport un po’ ovunque. Questo e molto altro, a Finale Ligure, è la quotidianità.

Racconti di avventure e di scenari naturalistici unici, sospesi tra terra e mare.

Ed ecco allora che ti torna in mente il perché di quel cartello incontrato all’entrata del territorio comunale, che riportava sotto la scritta Finale Ligure “Capitale dell’outdoor”. In effetti è proprio così, c’è la possibilità di praticare un mix di sport legati all’ambiente collinare e montano, ma anche al mare, che attirano nel finalese sportivi da tutt’Italia, dalla vicina Francia ed un po’ da tutto il mondo.

Un’organizzazione perfetta anche per chi arriva qui per la prima volta. Hotel “Bike friendly”, con tanto di stanza dedicata al ricovero e manutenzione delle mountain bike. Punti d’informazione, sentieri segnalati e guide dedicate. Una concentrazione fuori dalla norma di negozi tecnici specializzati in mountain bike, biking, trekking, climbing, running etc. con personale esperto. Una bella storia quella di Finale, che offre giornate piene di emozioni, condite dai profumi dei pini marittimi, del rosmarino selvatico e della ginestra odorosa di Spagna. Poi, appena cambia il vento, è il profumo del mare che prevale su tutti gli altri.


  • BEN32482

  • BEN43471

  • BEN32182

Dalla spiaggia alla nautica, dalla storia all’enogastronomia.

Ma ci sono anche attrazioni per i meno sportivi, Finale Ligure e tutto il finalese, regalano al visitatore spiagge tranquille dove passeggiare e prendere il sole o dove dedicarsi alla pesca. Nei porticcioli riparati, tra le barche dei pescatori, il mondo della nautica incuriosisce sempre. Resti archeologici del paleolitico ed antiche vestigia risalenti alla ricca storia medievale di quella che era l’antica capitale del Marchesato, hanno un fascino unico. Sedersi in un terrazzo che domina il mare nella borgata di Verezzi e degustare un piatto locale, riserva un’esperienza enogastronomica, irripetibile.

Il mio week end autunnale, dedicato alla corsa, è stato baciato da giornate quasi estive. Guidato dall’amico ed ultra runner Alessandro Brunetti, ho ripercorso i sentieri dell’ultra trail del Marchesato, tra Finalborgo, l’antico castello ed i boschi che si affacciano sul mare, con passaggi attraverso grandi grotte calcaree.

Emozioni continue, cambi di scenario repentini, una scorpacciata d’immagini… sicuramente da ripetere!

L’articolo Finale Ligure, dove anche le MTB si godono il sole sembra essere il primo su La Liguria racconta.

Autore dell'articolo: TurismoSociale

Lascia un commento