IT.A.CÀ incontra Alessio Neri di Asterisk Edizioni

Oggi nel nostro blog IT.A.CÀ abbiamo intervistato Alessio Neri, uno dei fondari di Asterisk Edizioni, casa editrice digitale con sede a Roma, che abbiamo avuto modo di conoscere sabato 7 giugno 2014 presso P.zza Re Enzo a Bologna all’interno del nostro Festival IT.A.CÀ 2014, in cui aveva accompagnato la scrittice Michela Alessandroni nella presentazione del suo ebook La felicità sul tetto del mondo. Diario di un trekking in Nepal”.

foto giusi e ale

 Alessio, ci spieghi chi c’è’ nel backstage di Edizioni Asterisk?

Asterisk Edizioni è nata dalla mia passione e da quella di Giusi (eccoci insieme nella foto) per il viaggi e il digitale. Siamo entrambi laureati in materie relative all’ambito della Comunicazione e dopo alcune esperienze lavorative un po’ “grigie” ci siamo detti che forse era giunto il momento di mettere in piedi qualcosa che ci stimolasse e appassionasse davvero. Fare cultura di viaggio in digitale era il modo perfetto per fare sintesi tra tutte le nostre passioni!

Perché vi definite:”attraversiamo media, culture e territori”?

É il nostro claim. Attraversiamo i media perché veicoliamo i nostri contenuti attraverso molteplici piattaforme digitali e non. Attraversiamo culture perché ogni volta che pubblichiamo un nuovo titolo o che esploriamo un nuovo angolo di mondo con i nostri testi passiamo da una cultura all’altra arricchendo il nostro bagaglio umano, ed editoriale. Infine, attraversiamo territori perché leggere e viaggiare sono due verbi che vanno a braccetto e perché è anche attraverso la lettura che si possono scoprire molti aspetti che caratterizzano dei luoghi e che, magari, sono meno evidenti di altri. A questo proposito voglio sottolinare che il nostro nome e quindi il nostro logo é proprio un asterisco, cioé 3 linee che si incrociano: attraversamento culturale, mediale e territoriale di spazi.

 Come siete giunti nel creare una community online di viaggiatori, quale è’ Gente in Viaggio?
  e perché?

Il progetto Gente in Viaggio, è un passaggio quasi naturale nel nostro percorso e nasce con una duplice funzione: la prima é quella di raccontare i propri viaggi, paesi, qualunque spazio che meriti d’essere raccontato in un unico blog collettivo; la seconda funzione é quella redazionale, ovvero cerchiamo di offrire servizi di storytelling a chi si occupa di turismo.

03-750x400

Foto by Robinia 

La narrazione dei territori può assumere numerose forme. Quella degli ebook è solo una di esse, forse neanche la principale. Da buoni editori digitali abbiamo studiato un sistema, basato sulla gamification, per stimolare le persone a raccontare i propri viaggi e i propri territori.  Vi spiego brevemente come funziona: chi si iscrive a Gente in Viaggio produce dei contenuti e accumula dei punti assegnati dal sistema; una volta raccolti, si possono vincere alcuni premi: un weekend presso uno dei nostri partner, una visita guidata, degli biglietti dell’autobus. Così  abbiamo coinvolto in maniera naturale gli operatori turistici professionisti immaginando di farli incontrare con i viaggiatori sulla base di interessi e passioni comuni. Pian piano sembra che questa formula stia piacendo e, soprattutto, piace l’idea di turismo responsabile che sta a monte di tutto. Un turismo che metta in relazione viaggiatori, persone del luogo e le loro culture.

Cosa significa che gli ebook diffusi nel sito sono “privi di protezione” DRM?

bergamotto_ebook

Tutti i file digitali possono essere protetti con dei meccanismi software: Digital Rights Management. A volte dei meccanismi troppo costrittivi impediscono la circolazione della conoscenza e delle idee. I casi intermedi pongono una sorta di diritto di “proprietà” e anche di equivoco sul proprietario del file nel momento in cui viene riscontrata una violazione palese dei diritti di utilizzo e sfruttamento di un’opera culturale digitale. Noi siamo per la libertà di circolazione della conoscenza, abbiamo prestato e presteremo centinaia di libri nella nostra vita e volevamo fosse la stessa cosa anche con gli ebook. Per questo motivo tutti i nostri titoli sono privi di protezioni digitali e vengono diffusi con licenze Creative Commons.

 Le vostre collane trattano solo di viaggi?

Abbiamo una linea editoriale interamente dedicata alla narrativa di viaggio ma pubblichiamo anche inchieste giornalistiche e saggistica varia. Quello che ci importa maggiormente è che tutti i titoli abbiano un forte legame con un territorio di riferimento. In questo senso ci piace parlare di “narrazione del territorio”. La nostra vision è quella di s

ufficiale con prefazione 2

ostenere una produzione culturale per cui ogni titolo pubblicato possa essere collocabile, cioé immediatamente riconoscibile in una cartina geografica del mondo intero. Ad esempio il nostro ebook “sul bergamotto” si capisce che si riferisce alla Regione Calabria o l’ebook “La révolution dei colibrì” si comprende facilmente che descrive le best practise in Francia. Ecco tutto ciò rispecchia la nostra vision di partenza: assegnare cioé un luogo geografico ad ogni nostro titolo.

Tra le ultime uscite c’e’ un libro, ops ebook, che ci consigli in particolare?

africa_ebook

Beh, non posso che consigliarti l’ultima uscita. Un ebook di Roberta Pesetti che raccoglie tre racconti fantastici di tre itinerari africani vissuti negli anni scorsi. Adoro il suo stile di scrittura. Però, non sarebbe carino da parte mia segnalare un titolo piuttosto che un altro, anche perché se non mi sentissi di segnalarli tutti probabilmente non li avremmo neanche pubblicati. Il consiglio che posso dare è quello di dare un’occhiata al catalogo di Asterisk edizioni e di concentrarsi sulle parti del mondo che più interessano.

Sì, ma ne avrai sicuramente qualcuno di preferito?

Idem come sopra. Ad ogni modo, adoro lo stile di scrittura di Roberta Pesetti e sono estremamente affascinato dai paesi dove i confini sono adesso chiusi a causa di guerre e violenze. Su questo tema stiamo costruendo una linea editoriale in collaborazione con il tour operator Avventure nel mondo con il quale abbiamo già pubblicato 4 titoli.
Inoltre ho trovato estremamente interessanti le inchieste giornalistiche pubblicate dai reporter Valentina Tortelli e Andrea Paracchini e le emozioni trasmesse da Michela Alessandroni nel suo racconto di “Un trekking in Nepal”.

Buon viaggio come sempre…

Blog IT.A.CÀ
Francesca Panizzolo

IMG_20140602_123501

Autore dell'articolo: TurismoSociale

Lascia un commento