“La Merica! Da Genova a Ellis Island il viaggio per mare negli anni dell’emigrazione italiana”

Prorogata fino al 30 settembre 2009 – 3° PIANO

“Da Genova a Ellis Island. Il viaggio per mare ai tempi della migrazione italiana” è la grande mostra sull’emigrazione italiana visitabile a partire dal 20 giugno al Galata Museo del Mare. L’allestimento – 8 sale in 3 gallerie per un totale di circa 1200 metri quadri – che intende mostrare le condizioni di viaggio degli emigranti diretti negli Stati Uniti nel periodo tra il 1892 (anno in cui entra in funzione Ellis Island) e il 1914 (scoppio del primo conflitto mondiale) rappresenta una tappa essenziale per la realizzazione del “MEM – Museo dell’Emigrazione”, quale sezione all’interno del Galata Museo del Mare.

Rispetto alle mostre tradizionali sul tema dell’emigrazione, per lo più fotografiche e documentarie, “Da Genova a Ellis Island” vuole far rivivere al Visitatore l’esperienza “emigrazione”. Munito di un passaporto e di un biglietto di viaggio, il Visitatore arriverà a Genova e qui incontrerà la realtà di una città che, in pieno sviluppo industriale, vive sull’emigrante eppure lo disprezza e lo considera un problema sociale. Attenderà, come molti, all’addiaccio – magari per giorni – l’arrivo del proprio battello e poi entrerà nella ricostruzione dell’antica stazione marittima di Ponte Federico Guglielmo (oggi è Ponte dei Mille) e, dopo i controlli e le raccomandazioni, potrà salire a bordo del piroscafo di emigrazione visitando i dormitori, l’infermeria, il refettorio e tutti gli ambini ti di bordo fedelmente ricostruiti. Dagli oblò e dalle finestrature sarà possibile vedere il mare, in diverse condizioni di luce, di giorno, al tramonto e durante una notte di luna, e infine passare sotto la Statua della Libertà, il momento del pathos e della commozione.

Ma questa non è la fine del viaggio. Il Visitatore, da emigrante, sbarcherà a Ellis Island, l’isola a due miglia da New York: qui entrerà nella Inspection Line, il percorso fatto di visite mediche, interrogatori e test per verificare se possedeva i requisiti per essere accolto in America. E qui verrà ricostruito il percorso, fatto di attese, domande, visite, oltre a mostrare ciò che accadeva a chi non era in regola, o era malato o comunque giudicato non idoneo a entrare negli Stati Uniti. L’ultima scena, infine, apre le porte del Nuovo Mondo o, più esattamente, la città di New York dove la gran parte degli emigranti giunti dall’Europa si fermava alle prese con i problemi concreti del trovare un lavoro, una casa, curare la salute e sbarcare il lunario.

Dopo il grande successo rappresentato dalla realizzazione della Sala “Piroscafo”, una ricostruzione ambientale, che unisce allestimenti marittimi originali ad elementi multimediali (un simulatore navale, completo di videoproiezione, manovrabile dalla timoneria), il Galata Museo del Mare, con il contributo della Regione Liguria e della Compagnia di San Paolo, sostenitori sia della mostra che del nuovo allestimento museale MEM, prosegue sul filone del viaggio tra Otto e Novecento.

 Durata della mostra: dal 20 giugno 2008- 30 settembre 2009.
La mostra è compresa nel biglietto d’ingresso al Museo negli orari di apertura del Galata Museo del Mare:

Da Novembre a Febbraio:
martedì – venerdì 10.00 – 18.00 (ultimo ingresso 17,00)
sabato, domenica e festivi 10.00 – 19.30 (ultimo ingresso 18.00)

Da Marzo a Ottobre:
martedì – domenica 10.00 – 19.30 (ultimo ingresso 18.00)

Per tutto l’anno, lunedì chiuso per individuali ma aperto per scuole e gruppi. Per il solo mese di agosto, lunedì aperto per tutti.

Per approfondimenti e informazioni aggiuntive:

www.galatamuseodelmare.it

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.