La ricchezza della terra nell’Ecomuseo dell’argilla di Cambiano

Il tour itinerante alla scoperta degli ecomusei del Piemonte ci porta a visitare anche l’Ecomuseo dell’argilla di Cambiano.

Prodotti del suolo e del sottosuolo sono quelli che hanno alimentato le filiere produttive del Piemonte nei secoli scorsi, poi abbandonate all’incuria del tempo a seguito dello sviluppo economico moderno.

Al fine di recuperare la cultura materiale di un tempo e dare lustro ai beni preziosi che la Terra ci offre, si è scelto di avviare un importante progetto di recupero ambientale dell’antica Fornace di Cambiano e delle cave circostanti. Dal 1907 la Fornace di Cambiano produce laterizi e mattoni trafilati sfruttando l’argilla proveniente dalla cava adiacente. Le cave esauritesi nel tempo sono state invece riconvertite ad Oasi Rifugio per piante e animali autoctoni: un sentiero didattico, perfettamente mimetizzato nella natura, conduce alla scoperta della flora e della fauna ospitate.

Gli spazi dismessi della vecchia fornace e la moderna attività industriale sono stati spunto creativo per trasformarli in aree destinate ad accogliere nel tempo installazioni d’arte finalizzate a creare delle vere e proprie collezioni, nonché ad ospitare eventi e appuntamenti culturali.

All’interno dell’Ecomuseo dell’argilla di Cambiano si organizzano visite didattiche, laboratori e percorsi interattivi destinati a far conoscere il patrimonio culturale alle nuove generazioni e a tramandarlo ai posteri.

Approfitta della tua visita in Piemonte per conoscere la cultura materiale attraverso un tour negli ecomusei.

Autore dell'articolo: TurismoSociale

Lascia un commento