Ospitalità, storia, natura e bellissimo mare!!!

Gli itinerari sono l’anima di VIVAlbania in cui si entra in contatto con la vera Albania!!! Noi saremo le vostre guide lungo tutte la vostra permanenza. Scoprirete un’Albania fatta di profumi, natura, cibi, contatti umani, tradizioni, emozioni e tanto colore!!! L’ospitalità albanese è sempre molto calorosa. La casa è molto importante e gli albanesi ci tengono particolarmente a mostrarla agli ospiti in ordine e ben tenuta. Le tradizioni sono vive da queste parti e l’ospite è sempre il benvenuto.

Il contributo richiesto per persona e per ogni giorno di permanenza è di 60 euro (colazione, cena, alloggio, guida).
Sono escluse le spese di trasporto delle visite fuori casa dei ragazzi, il pranzo e le entrate ai musei.

Per i bambini fino a 2 anni la permanenza è gratis e per quelli fino a 10 anni il costo è di 30 euro cad.

1° Giorno: Tirana.
Arrivo al mattino/pomeriggio all’aeroporto di Rinas o porto di Durrazo. Sarete accolti dai ragazzi di VivAlbania. Arrivo alla casa del ragazzo di VIVAlbania e sistemazione.
Pranzo nella famiglia.
Nel pomeriggio ritrovo al centro sociale, incontro con i ragazzi del progetto. Presentazione e conoscenza dei ragazzi, presentazione del progetto.
Una piccola presentazione anche del programma e dell’albania. Visita e conoscenza di Bathore, storia e informazioni e conoscenza della realtà e della comunità.
Nel pomeriggio gita a Zallher, la parte montagnosa di Bathore, dove c’e’ il lago di Boville, la diga che forna con acqua tutta Tirana, creata negli anni 80.
La Sera rientro nelle abitazioni per la cena e per il pernottamento preso la famiglia del ragazzo ospitante.

2° Giorno: Tirana.
Prima colazione e successivamente partenza per Tirana, capitale dell’Albania.
Visita del museo storico con spiegazioni sulla storia del popolo albanese, del regime del dittatore Enver Hoxha (il biglietto costa 3 euro), visita alla moschea di Ethem Bey costruita durante gli anni 1789 – 1823 (la moschea insieme alla Torre d’orologio, fa parte del centro storico più importante di Tirana). La visita continua con il ponte di Tabakeve, situato lungo il boulevard Zhan’D’ark, del XVIII secolo.
Pranzo libero.
Nel pomeriggio visita del lago artificiale, e del parco “Le colline del Lago”. Subito dopo gita sulla montagna di Dajti, vicino a Tirana, dal quale si vede tutta Tirana, un panorama veramente molto bella che finisce al mare, si può andare con la teleferica appena realizzata (costo della linea teleferica 4 euro o 500 lek, andata e ritorno).
La Sera rientro nelle abitazioni per la cena e successivo incontro al centro sociale, per parlare con gli anziani del Kanun, della vita che si faceva nelle montagne confrontandola con quella che si fa adesso, sul regime di Hoxha e sulla vita che si faceva durante la dittatura.
Rientro nella casa del ragazzo ospitante per il pernottamento.

3° Giorno: Kruja e Lezha.
Prima colazione.
Gita a Kruja, (29 km da Tirana), la città di nascita di Scanderbeg (il nostro eroe nazionale), visita nel museo storico e nel museo etnografico (entrata nei musei 5 euro o 600 lek), e nel mercato popolare con i negozi tradizionali, e posti dove si lavora l’artigianato.
Verso il pranzo rientro a Lezha.
Pranzo libero.
Visita della città, della tomba di scanderbeg, dell’isola Pen e poi bagno.
La sera rientro nelle abitazioni e dopo cena ritrovo al centro sociale a imparare i balli tradizionali albanesi, parlando sulle tradizioni musicali delle zone diverse dell’albania. Rientro nella casa del ragazzo ospitante per il pernottamento.

4° Giorno: Scuteri.
Prima colazione.
Nella mattina si andrà a visitare Scutari (100 km da Tirana), nel nord dell’Albania.
Visita della città, del castello di Rozafa, costruita su una collina rocciosa dove passa anche il fiume di Buna, il più corto dell’Albania e dove c’e’ anche il lago di Scutari. Dal castello si vede il panorama della città e del fiume.
Pranzo libero (possibilità di andare nel ristorante Tradita…cucina Albanese, un ambiente tradizionale…veramente tutto bello).
Nel pomeriggio visita al Ponte del Mezzo, il ponte più vecchio dei Balcani. Dopo il ponte si visiterà la fototeca Marubi, (la galleria delle foto piu vecchie dell’albania fatte dal fotografo italiano Pjeter Marrubi).
Ritorno a Tirana.
Nella sera dopo la cena presso le abitazioni incontro nel centro sociale rientro nelle abitazioni per la cena per poi andare a Tirana per una serata in locale dove fanno musica live in cui anche si balla. Rientro nella casa del ragazzo ospitante per il pernottamento.

5° Giorno: Durrazo e Berat
Prima colazione con successiva partenza per Berat (122 km da Tirana). Sosta a Durrazo, visita della città e dell’anfiteatro antico di Durazzo, (entrata 2,5 euro o 300 lek). Proseguimento per Berat, una città dei tempi degli ottomani, conosciuto come “la città dalle mille finestre” con le case tipiche e caratteristiche, classificata città museo, costruita di fronte e sui pendii di Monte Tomorr.
Pranzo libero.
Visita del castello che e’ un monumento importante storico nei Balcani, con il museo che contiene oggetti iconografici e pitture religiose di Onufri, uno dei piu grandi pittori albanesi del XVI secolo. All’interno dei muri di castello si trovano case abitate.
Visite del quartiere di Magdalem e delle famiglie che abitano parlando sulla vita che loro fanno e sulle tradizioni. Visita anche del museo etnografico che si trova dentro il vecchio quartiere.
Pernottamento in un albergo, piccola pensione.

6° Giorno: Gjirokaster e Saranda.
Colazione.
Partenza per Gjirokaster, una città sotto la protezione del UNESCO. Una città molto bella, con i vie (sentieri) caratteristici di sasso, e con le case vecchie e con il tetto di asse di sassi, una caratteristica questa anche dei villaggi attorno. Città della nascita del dittatore Enver Hoxha pero anche dei tantissimi scrittori albanesi.
Pranzo libero.
Visita del castello della città, une castello molto grande e bello, un monumento importante della storia.
Nel pomeriggio tardi, arrivo a Sarande, nelle famiglie dei ragazzi di vivalbania. Sistemazione e cena. Dopo cena serata in un locale con musica live. Rientro nella casa per il pernottamento.

7° Giorno: Butrinto /mare.
Colazione.
Partenza per Butrint, secolo VI davanti cristo. Uno dei centri archeologici piu grandi dell’albania e anche dei Balcani chiamato parco nazionale. (20 km).
Si trova al sud della città. I primi rivelazioni archeologici sono stati fatti da Luigi Ugolini (italiano). E’ veramente bello e viene visitato con molto interesse. Visita della parte sud – est del parco (campo di Xarre), visita del Kalivoit, andando anche nella cima della cittadina.
Pranzo libero. Dopo pranzo mare.
La sera cena con la famiglia e dopo cena una passeggiata nella parte della città lungo il mare chiamato anche ”Miamy dell’estate” per l’Albania. Rientro nella casa del ragazzo per il pernottamento.

8° Giorno: Saranda / Ksamil/mare Colazione.
Giornata di mare nelle isole di Ksamil.
Cena e pernottamento nelle case dei ragazzi di Vivalbania.

9° Giorno: Saranda / Ksamil / mare
Colazione.
Giornata di mare sempre a Ksamil.
Cena e pernottamento nelle case dei ragazzi di Vivalbania.

10° Giorno: Saranda /Valona / Tirana.
Partenza per Tirana. Viaggio lungo alla costa tra Saranda e Valona. Fermate a Dhermi per godere il mare e i paesaggi. Nel pomeriggio rientro a Tirana.
Serata con cena e festa al centro sociale. Siccome e’ l’ultima notte si cenerà tutti insieme. I ragazzi del progetto Vivalbania prepareranno piatti tipici nelle loro case secondo le loro aree di provenienza e li porteranno al centro. Si sentirà e si ballerà musica tradizionale albanese, imparando cosi i balli tradizionali del paese.
Pernottamento nelle famiglie dei ragazzi di Vivalbania.

11° Giorno: Partenza Per Italia.
Colazione. Partenza per aeroporto o porto di Durrazo. Sarete accompagnati sempre dai ragazzi di Vivalbania.

Per informazioni e prenotazioni:
info@vivalbania.net

Telefono: 00355.692335353
risponde Erjona Shahini
(italiano, inglese e albanese)