San Salvatore di Fitalia: autentici sapori di Sicilia

Ai più forse suonerà nuovo, sicuramente non è fra i più rinomati centri del turismo siciliano. Eppure San Salvatore di Fitalia non fa parlare di sé soltanto per l’originalità del suo nome, e di conseguenza dei suoi abitanti (Fitalesi); la ricchezza del territorio permette uno sviluppo agricolo notevole e non mancano manifestazioni e rassegne che ne celebrano la genuinità e l’eccellenza.
E’ proprio per questo che nel campo degli agriturismi San Salvatore di Fitalia si attesta ai vertici nella provincia messinese; sono molti infatti i siciliani stessi che dai paesi limitrofi si spostano la sera in questa località per assaggiare i prodotti dell’eccellente tradizione gastronomica fitalese.

Protagonisti delle kermesse sono il miele e le castagne, con le rispettive sagre.
La sagra del miele si accompagna a virtuosi abbinamenti di vini e di altri prodotti tipici, come l’olio, le fragole, prodotti caseari e così via.
Per far sì che la rassegna non si limiti a mera esibizione di prodotti, ma coinvolga il partecipante in un’esperienza anche culturale e di accrescimento, vengono preparati concorsi culinari, lavori artigianali e “lezioni” di cucina fitalese. In questa occasione il centro storico del paese diventa una vera e propria vetrina per la celebrazione dell’arte enogastronomica fitalese.
La sagra delle castagne invece ha luogo di solito a fine Ottobre, con l’intenzione di festeggiare ciò che qui viene definito “il principe della montagna“: ed è una piacevole scoperta assaggiare, accanto alle classiche caldarroste, le tagliatelle alle castagne, la zuppa di castagne e dolci rigorosamente a base di castagne. Il tutto condito da un tripudio di musiche e balli che travolgerano i visitatori in un’atmosfera conviviale davvero unica.