Senegal | Parchi e artigianato

Date ed eventuali variazioni sul programma possono essere concordate con l’agenzia

A Dakar si è inaugurata l’estate scorsa la prima Bottega del commercio equo e solidale senegalese grazie ad un progetto della Cooperativa Chico Mendes e l’Ong Ndem. Molti artigiani hanno così la possibilità di entrare anche nel mercato locale oltre che nell’ormai strutturato circuito di commercio equo internazionale. Il Senegal è anche uno Stato molto interessante dal punto di vista naturalistico, dove la vegetazione cambia in un batter d’occhio. Le sue coste  sono un paradiso, tanto per gli uccelli che qui nidificano in inverno, quanto per i viaggiatori che possono godere delle spiagge bianche, delle acque blu e dell’ombra dei baobab che si elevano verso il cielo. Senza dimenticare la cucina, nota per esser la migliore dell’Africa occidentale: imperdibile l’esperienza di mangiare yassa da un piatto gigante, condiviso con altre 5 persone.

Programma

1° giorno

Disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza in direzione di Dakar. Arrivo in tarda serata, incontro con il referente locale e trasferimento con mezzi privati fino all’hotel gestito dall’Ong Ndem con all’interno la 1° bottega del commercio equo senegalese. Il tempo previsto per il trasferimento è di 15 minuti circa. Sistemazione e pernottamento. Hotel con camere doppie o triple con bagno privato.

2° giorno

Al mattino colazione e primo contatto con la realtà senegalese con la conoscenza del progetto “bottega”. Partenza per il porto in taxi e trasferimento in barca verso l’isola di Gorèe (circa 30 minuti di tragitto fino al porto e poi altri 20 minuti di battello). L’isola di Gorée, situata a 3 Km al largo dalla costa di Dakar, è dichiarata dall’UNESCO ‘‘Patrimonio mondiale dell’Umanità’’ nel 1978. L’isola è il simbolo della schiavitù delle popolazioni nere: da qui partivano tra il XVII e il XVIII secolo i tanti africani che sarebbero diventati schiavi nelle Americhe e nelle isole atlantiche. Pranzo, visita del Museo della Schiavitù, visita libera dell’isola e rientro nel pomeriggio a Dakar. Se il tempo lo permette è possibile una visita al centro di Dakar. Cena e pernottamento.

3° giorno

Al mattino, partenza per Djilor (circa 3 ore) con tappa al villaggio di Joal Fadiouth. Joal: scoperto nel XV secolo da navigatori portoghesi, è il luogo dove risiedette Léopold Sédar Senghor,. Oggi borgo di 5 000 abitanti la cui arteria principale è fiancheggiata da case coloniali del XIX secolo. Attraversando la passerella, il visitatore raggiungerà Fadiouth, isola artificiale costituita su mucchi di conchiglie dove oggi abita una comunità a maggioranza cattolica .L’isola, considerata patrimonio UNESCO per la convivenza tra i popoli, è collegata alla terraferma con un ponte lungo circa 800 metri. L’isola è celebre per il suo cimitero cattolico e musulmano in conchiglia e per i suoi granai su palafitte. Pranzo lungo il tragitto. Nel tardo pomeriggio arrivo a Djilor, sistemazione al campement dell’associazione che ci ospita e riposo.
Cena e in serata introduzione alla cultura della medicina tradizionale senegalese. Il campement è un centro di accoglienza formato da alcuni bungalow semplici ma ben attrezzati, ed è uno dei pochissimi gestiti direttamente da senegalesi. Dedicato alla diffusione della cultura locale, offre alimentazione, stile di vita e accoglienza tipici. La cultura del luogo, della Medicina Tradizionale, ben più che un modo di curare, è una intera filosofia di vita e un patto di convivenza fra le persone in stretta connessione con l’ambiente e la natura.

4° giorno

In mattinata, presentazione di Adaf Yungar, una federazione che raccoglie 69 villaggi in un patto di solidarietà e protezione dell’ambiente. Visita guidata di Djilor, con la casa natale di Leopold Sédar Senghor (primo presidente senegalese, scrittore e poeta) e pranzo al Croco Parc con successiva passeggiata. Nel pomeriggio conoscenza del Baobab sacro e incontro con un celebre guaritore e custode della cultura del villaggio. Attività ricreativa insieme ad alcuni abitanti del villaggio. Ritorno nel centro di accoglienza, cena e pernottamento.

5° giorno

In mattinata partenza per l’imbarcadero ed escursione in piroga sul delta del Sine Salum. Il Sine Saloum è una regione che prende il nome dai due fiumi, ubicata a sud della Piccola Costa di Dakar. La regione merita una visita anche solo per ammirare il paesaggio di paludi di mangrovie, lagune, canali, foreste, dune ed isolotti di sabbia di cui è composta. Si vedranno il Baobab sacro ed il tam tam che utilizzavano per comunicare le popolazioni locali.
Visita di un villaggio di pescatori. Possibilità di pranzare nella famiglia di un pescatore o in un locale in riva al fiume dove si può fare il bagno e cimentarsi nella pesca. Al rientro tappa in una foresta di palme con tramonti suggestivi. Cena e pernottamento al campement. Serata insieme ad alcuni abitanti del villaggio per condividere ritmi e danze tradizionali.

6° giorno

In mattinata partenza per Palmarin per relax in spiaggia. Nel pomeriggio proseguimento verso Dakar. Arrivo nel tardo pomeriggio, passeggiata in centro e riposo in un hotel-ostello in centro. Cena e pernottamento.

7° giorno

Prima colazione e partenza per Ndem, nella regione di Djourbel, al confine con il Sahel (circa 3 ore di tragitto). Arrivo in tarda mattinata, incontro con il gruppo di accoglienza locale e pranzo. Il villaggio di Ndem si trova nel deserto del Sahel. Cuore del villaggio è il daara, una comunità che vive la spiritualità Baye Fall, una corrente senegalese del Sufismo che mette al centro l’Amore per Dio, per gli uomini e per la natura. Guida spirituale è Serigne Babacar, la cui devozione si traduce in un impegno costante per il bene e lo sviluppo dell’essere umano. Babacar e sua moglie Aissa, con il sostegno di alcune Associazioni Europee, hanno realizzato una microeconomia locale, che ha permesso il rifiorire della vita.
Sistemazione nel campement e visita agli ateliers degli artigiani e ad altri progetti dell’Ong Ndem. La più grande sfida dell’Ong di Ndem da vent’anni a questa parte è stata quella di ridare dignità a tutta una comunità di abitanti attraverso il lavoro e così frenare se non anche invertire il terribile processo dell’esodo verso le città e verso l’occidente. A oggi, l’ Ong di Ndem coordina le attività di una quindicina di villaggi, da da lavorare a quasi 350 persone impiegate nei suoi atelier artigianali (i prodotti della linea Maam samba sono distribuiti in tutta europa nel circuito equo-solidale ed anche in Senegal nella bottega di Dakar) e promuove attività a carattere sociale: la scuola, il dispensario medico, la maternità, acqua potabile e microcredito per l’imprenditoria femminile.
Cena e pernottamento.

8° giorno

In mattinata dopo colazione, visita di Touba, città Santa del Senegal. Visita alla moschea e approfondimento interreligioso. Touba è una città delSenegalcentrale. È la città santa del Mouridismo, ed è il luogo dove è seppellito il suo fondatore, lo sceicco Amadou Bamba. Ogni anno in questa città santa si ricorre alla celebrazione del Magal, una celebrazione religiosa che ha lo scopo di riunire milioni di fedeli provenienti da tutto il mondo. Dopo il pellegrinaggio alla Mecca, Hajj, che conta 6-7 milioni di fedeli ogni anno, è secondo al mondo per numero di presenze, infatti ogni anno i fedeli raggiungono quota 3-4 milioni. Ritorno a Ndem nel pomeriggio. Tempo libero, cena e pernottamento al campment.

9° giorno

Prima colazione e condivisione della mattinata con gli artigiani. In tarda mattinata partenza per Saint Louis (circa 4 ore di percorrenza).  Pranzo lungo il tragitto. Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere. Il resto del pomeriggio è libero per la visita della città. Saint-Louis, o Ndar come viene chiamato in wolof, è capoluogo dell’omonima regione, per due secoli è stata capitale della colonia Francese in Senegal dal 1673 fino al 1902 e attualmente ne conserva il fascino. Dal 1902 la capitale divenne Dakar. Ancora oggi si possono vedere le influenze architettoniche di un passato che riecheggia anche grazie ai nomi delle sue strade. Posizionata su un’isola alla foce del fiume Senegal, raggiungibile solo attraverso il ponte Faidherbe, è stata proclamata Patrimonio dell’Umanità nel 2000. Cena e pernottamento in hotel.

10° giorno

Al mattino visita guidata con un carretto trainato da un cavallo di St Louis. Pranzo in città. Al pomeriggio visita in piroga al parco della Langue de Barberie: situato alla foce del fiume Senegal a 25 Km da St. Louis, su una penisola di sabbia lunga 40 km, è una riserva naturale di 2000 ettari che costituisce l rifugio di molte specie di uccelli acquatici tra cui sterne, gabbiani, aironi, garzette e cormorani. Cena in città e pernottamento a St. Louis.

11° giorno

Al mattino partenza per Dakar, durante il tragitto visita del lago Rosa. Il lago deve il suo nome ad un fenomeno raro: il colore rosa, che lo contraddistingue, deriva dalla presenza di alcuni microrganismi e dall’elevata salinità dell’acqua. Incontreremo la popolazione fulani che vive nei paraggi del lago e che lavorano all’estrazione del sale. Nel pomeriggio arrivo a Dakar, tempo libero e riposo. Cena in hotel e trasferimento in aeroporto per il rientro in Italia.

12° giorno

Arrivo in Italia.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. Delle attività previste durante il viaggio non sono da considerarsi facoltative le visite alle comunità e ai progetti. Nessuna vaccinazione obbligatoria. Obbligatorio il passaporto con validità minima 6 mesi. E’ necessario il visto d’ingresso da ottenere prima della partenza.  Tutti i minori devono essere in possesso di passaporto individuale. Per informazioni sui documenti necessari, sulle vaccinazioni obbligatorie e/o consigliate, il clima, l’abbigliamento…, consultare il documento Prima di partire.

Livello di difficoltà

Il viaggio richiede un medio livello di adattamento. I trasferimenti sono stati pensati per non risultare eccessivamente faticosi, le sistemazioni sono presso strutture e campement a gestione familiare (dove la sistemazione è dignitosa ed essenziale). Il viaggio può essere anche adatto a famiglie con bambini (da 7 anni in sù). Non è possibile garantire l’accessibilità alle persone diversamente abili nelle strutture di accoglienza o di trasporto. Non vi sono controindicazioni per persone adulte o anziane, a condizione che siano in grado di seguire tutte le tappe previste nell’itinerario. I pasti sono consumati presso ristoranti locali (prediligendo quindi cibi cotti) e presso i campement.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per 12 giorni:

Voce Quota individuale
10 persone 7 persone 4 persone 2 persone
Quota viaggio € 780 € 820 € 960 € 1220

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’ AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • assicurazione medico bagaglio Ami Assistance (solo per viaggiatori residenti in italia e con partenza da territorio italiano)
  • materiale informativo, formazione pre viaggio e verifica post-viaggio
  • pernottamenti in strutture locali in camera doppia o multipla e bagno privato o in condivisione
  • tutti i pasti e l’acqua
  • trasporti interni con mezzi di trasporto locali in auto taxi o pulmino privato
  • vitto, alloggio e compenso del referente locale presente per l’affiancamento durante tutto il viaggio
  • ingressi vari come indicato nel programma

Il costo totale espresso non comprende:

  • il volo aereo di A/R, prenotabile presso l’agenzia ViaggieMiraggi (quota indicativa a partire da 400,00 euro tasse escluse, in bassa stagione)
  • tasse aeroportuali
  • eventuali supplementi di carburante
  • supplemento singola
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio euro/valuta locale
  • bevande alcoliche
  • assicurazione annullamento acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

* il costo del volo dipende dalla quotazione del biglietto al momento della prenotazione ed è soggetto a riconferma al momento dell’emissione

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 2 persone mentre il numero massimo è di 10 persone. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.