Toscana paradiso dell’arte: 5 mostre da non perdere

Si apre col botto il 2015 dedicato all’arte in Toscana: anche quest’anno sono tante le mostre da non perdere, sparse su tutto il territorio.

Gherardo delle notti

Gherardo delle Notti, “Cena con suonatore di liuto”

1. A Firenze dal 10 febbraio al 24 maggio gli Uffizi ospitano l’esposizione “Gherardo delle Notti. Quadri bizzarrissimi e cene allegre“, incentratata sulle opere del pittore olandese Gerrit van Honthorst, che nel 1610 venne in Italia a studiare e lavorare e vi rimase per dieci anni. Influenzato da Caravaggio, divenne famoso per le sue rappresentazioni di scene notturne a lume di candela, dipinto con un mirabile virtuosismo che gli valse il soprannome e lo fece amare anche dai Medici. Proprio grazie a Cosimo II, oggi Firenze possiede quattro bellissime tele di Gherardo, di cui tre ritraggono scene conviviali.

gherardo delle notti

Gherardo delle Notti, dettaglio di “Cena con sponsali”

2. Da non perdere a Siena “Febbraio al Museo”, l’iniziativa che apre gratuitamente la porte del Santa Maria della Scala, l’antico ospedale che nel Medioevo accoglieva e sfamava le orde di pellegrini lungo la Via Francigena. Sono tanti i percorsi guidati per scoprire i tesori di questo grande complesso museale, dove si possono ammirare capolavori come gli affreschi del Quattrocento nella Sala del Pellegrinaio e le statue originali di Jacopo della Quercia scolpite per Fonte Gaia.

santa maria della scala

La Sala del Pellegrinaio del Santa Maria della Scala [Photo Credits: Ilaria Giannini]

 3. A Lucca continua fino al 16 aprile la mostra dedicata ai Macchiaioli, i giovani ribelli che hanno segnato l’Ottocento toscano. Al museo Lu.C.C.A si possono ammirare le opere di artisti come Giovanni Fattori, Silvestro Lega, Telemaco Signorini, Giovanni Boldini, Adolfo Tommasi.

Angiolo Tommasi, La barcaiola sul lago di Massaciuccoli

Angiolo Tommasi, “La barcaiola sul lago di Massaciuccoli”

4. Il 2015 sarà l’Anno dell’Archeologia in Toscana: ad aprire il ciclo di grandi mostre è Palazzo Strozzi a Firenze, con “Potere e pathos. Bronzi del mondo ellenistico” che si terrà dal 14 marzo al 21 giugno. Si potranno ammirare grandi sculture bronzee dell’Età Ellenistica provenienti dai più importanti musei archeologici internazionali: le statue monumentali di divinità, atleti e condottieri saranno affiancate ai ritratti dei personaggi di potere, insieme a sculture di marmo e di pietra, scelte per il loro rapporto mimetico col bronzo.

bronzi

Bronzi dell’antichità in mostra a Firenze

 

5.  Per finire, in primavera Pietrasanta celebra il grande scultore Igor Mitoraj, recentemente scomparso, che da anni viveva e lavorava proprio nella cittadina versiliese. La mostra “Mitoraj tra mito e musica” dal 24 aprile al 30 agosto invaderà con le opere dell’artista polacco tutto il centro storico. Nella chiesa di Sant’Agostino sarà ricavato un teatro d’arte proprio con le statue di Mitoraj, mentre anche il Festival Pucciniano gli renderà un omaggio musicale.

mitoraj

Una delle sculture di Mitoraj [Photo Credits: Jose Luis Cernadas Iglesias]

 

Autore dell'articolo: TurismoSociale

Lascia un commento