Turismo accessibile: bellezze artistiche a portata di ciechi e ipovedenti

Porte aperte di alcuni dei principali luoghi darte italiani ai visitatori ciechi e ipovedenti, grazie al progetto “Turismo culturale per disabili visivi“, che coinvolge ToscanaLazio e Campania.

Obiettivo dell’iniziativa – promossa dall’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti e dal Dipartimento della Gioventù – è non solo quello di rendere le attrazioni turistiche più accessibili a tale categoria di disabili, ma anche quello di sensibilizzare gli operatori del settore al problema della fruibilità dei siti artistici da parte dei disabili visivi.

Di seguito i siti coinvolti:

– nel Lazio, a Roma, i Musei Capitolini, il Museo Baracco, il Museo degli Strumenti Musicali, i Mercati di Traiano, il Museo dei Fori Imperiali, il Museo d’Arte Contemporanea, il Museo d’Arte Moderna;

– in Toscana, Firenze, il Museo Nazionale Alinari della Fotografia (arricchito di immagini accessibili ai non vedenti), Palazzo Pitti, i Giardini di Boboli, il Museo di Storia della Scienza e il Museo della Fondazione Horne; a Empoli, il Museo Paleontologico; a Calci (Pisa), il Museo di Storia Naturale e del Territorio;

– in Campania, a Napoli, il Museo degli Scavi di Pompei, il Palazzo Reale e l’Istituto per Ciechi Domenico Martuscelli.

Per informazioni:
I
talia – Sito ufficiale del turismo in Italia

Autore dell'articolo: TurismoSociale