Un viaggio a Expo 2015: il Future Food District

Future Food DistrictProsegue il nostro viaggio nel villaggio Expo. Oggi partiamo alla scoperta del mercato del futuro: un’avventura unica, che difficilmente dimenticherete. Immaginereste mai di poter sfiorare un prodotto e scoprirne tutta la storia?

Uno spazio sperimentale che vi proietterà all’interno di un nuovo modo di intendere il rapporto tra consumatori, prodotti e produttori. Il supermercato del futuro, è qui. Niente fantasie: appassionati di cucina e del buon cibo, promotori del magiare sano ed etico, il Future Food District è quello che avete sempre sognato e desiderato. Immaginate di entrare nel mercato dei vostri sogni, dove con un semplice tocco potrete conoscere la storia dei prodotti che state acquistando. Massima trasparenza, coscienza e consapevolezza di ciò che finirà sulla vostra tavola. Posto nel cuore espositivo del villaggio di Expo 2015, il Future Food District è una di quelle tappe obbligate a cui non dovreste assolutamente rinunciare. Occasione unica e irripetibile per cavalcare l’avanguardia del nuovo modo di pensare all’alimentazione e parte delle Aree Tematiche della grande Esposizione Universale, lo spazio espositivo che vi farà scoprire nuovi livelli di connessione con il cibo si trova simbolicamente nel cuore del Sito, all’incrocio tra Cardo e Decumano. Realizzato in collaborazione con Coop, il supermercato del futuro vi aspetta con 2500 metri quadrati, ai quali si aggiungono 4.500 metri quadrati di piazza pubblica. Entrate, avventuratevi, esplorate una nuova catena alimentare, più etica e trasparente, resa possibile dalle nuove tecnologie: all’interno troverete ampi tavoli interattivi su cui sono esposti i prodotti. Con un semplice tocco, avrete accesso alle “etichette aumentate”, che vi forniranno informazioni complete sull’intero ciclo di vita del prodotto. Perché visitarlo assolutamente? Perché, qui, non si parla di tecnologia ma dell’uomo. Posto al centro dell’attenzione, l’essere umano usufruisce delle nuove tecnologie, intese come semplice strumento e mezzo, per abbattere le barriere tra consumatore e filiera alimentare. Un suggerimento? Se avete in programma di visitare il villaggio durante il prossimo weekend, non perdete l’occasione di fare un salto in città e godervi le melodie di Piano City Milano: sarà il modo perfetto per chiudere un fine settimana indimenticabile.

***

A trip to Expo 2015 – the Future Food District

Our trip to the Expo village continues. Today, we’re off to discover the market of the future, a unique adventure that you won’t easily forget. Have you ever imagined you could touch a product and discover all about it?

An experimental area that will project you into a new way of understanding the relationship between consumers, products and producers – the supermarket of the future is here. No fantasies, fans of cooking and good food and promoters of healthy, ethical eating, the Future Food District is what you’ve always dreamt about and longed for. Imagine going into the market of your dreams, where you can find out about the products you’re about to buy through a simple touch. The greatest transparency, knowledge and awareness of what will end up on your table. Set in the heart of the exhibition site of the Expo 2015 village, the Future Food District is one of those obligatory stops which you shouldn’t give up for any reason. It’s a unique, unrepeatable opportunity to ride the wave of the new way of thinking about nutrition and part of the Topical Areas of the great Universal Exposition. The exhibition space will lead you to discover new levels of connection with the food found symbolically in the heart of the site, at the crossroads of the Cardo and Decumano. The supermarket of the future, created in co-operation with Coop, has 2,500 m2, in addition to 4,500 m2 of public square. Go in, walk round and explore a new food chain, more ethical and transparent, made possible by the new technologies. Inside, you’ll find large interactive tables on which the products are displayed. You’ll have access to the ‘enlarged labels’, which will give you complete information on the whole life cycle of the product, with a simple touch. You absolutely must visit it because it’s not talking about technology but Man. The human being, placed at the centre of attention, makes use of the new technologies, meant as a simple tool and a means for overcoming the barriers between the consumer and the food supply chain. Here’s a suggestion. If you’re planning to visit the village next weekend, don’t miss the chance to go into the city and enjoy the melodies of Piano City Milano – it will be the perfect way to end an unforgettable weekend.

Autore dell'articolo: TurismoSociale

Lascia un commento