Una giornata a Villa Carlotta, tra arte e natura

Meriterebbe ben più di una giornata, ma se vi trovate a Milano per Expo e avete solo qualche ora a disposizione andrà benissimo anche solo un pomeriggio: sulle acque del Lago di Como, Villa Carlotta è la meta ideale per un pomeriggio di relax

Relax senza rinunciare a una buona dose di arte e cultura. Se anche voi nei prossimi giorni, magari per il ponte del 2 giugno, vi troverete a Milano, non perdete l’occasione di concedervi una pausa rilassante sulle sponde del Lago di Como . Ad appena 1 ora di treno dalla Stazione Garibaldi di Milano, potrete raggiungere Como. Approfittatene per percorrere le vie del centro della bella cittadina tanto amata dai vip e per visitarne il Duomo. Soddisfatti della vostra gita nel cuore storico della città lacustre, potrete raggiungere Villa Carlotta tramite pullman, battello o aliscafo. Il consiglio, senza dubbio, è quello di optare per la tratta in battello (in partenza ogni ora da Como): vi permetterà di godere dei bei panorami dalle acque del lago. Dopo una golosa pausa pranzo a base di piatti tipici, mettetevi in viaggio per raggiungere la vostra destinazione: il museo della Villa e il suo meraviglioso parco botanico sono pronti ad accogliervi dalle ore 9.00 alle ore 19.30. Preparatevi per un tour emozionante all’interno delle sale ricche di capolavori dell’arte e dei giardini di una Villa di rinomata e rara bellezza. Situata in una conca naturale tra lago e montagne, la dimora seicentesca dall’aspetto imponente ma sobrio voluta dal marchese Giorgio Clerici, vi offrirà la visione di paesaggi impagabili, come quelli delle Grigne e della famosa Bellagio. Di inestimabile valore, ospita oggi capolavori d’arte firmati da Canova, Thorvaldsen e Hayez. Al suo interno potrete infatti ammirare opere di Antonio Canova come“Palamede”, “Musa Tersicore”, “Maddalena Penitente”, e altri capolavori come “Amore e Psiche giacenti” di Adamo Tadolini, “L’ultimo addio di Romeo e Giulietta” di Francesco Hayez, “L’ingresso di Alessandro Magno in Babilonia” di Bertel Thorvaldsen, “Virgilio legge il sesto canto dell’Eneide” di Jean-Baptiste Wicar e “L’apoteosi di Napoleone” di Andrea Appiani. Terminata la vostra visita, non lasciate la Villa senza aver ammirato i suoi giardini , dove potrete ammirare la fioritura dei rododendri e delle azalee, in oltre 150 varietà. Avventuratevi poi nella meraviglia naturalistica popolata da camelie, cedri e sequoie secolari, platani immensi ed essenze esotiche.

***

A day at Villa Carlotta among art and nature

It would merit more than a day but if you’re in Milan for Expo and you only have a few hours, just an afternoon will do. Villa Carlotta, on the waters of Lake Como, is the ideal destination for a relaxing afternoon

Relaxation without giving up a good dose of art and culture. If you’re in Milan in the coming days, perhaps for the long 2 June weekend, don’t miss the chance to take a relaxing break on the banks of Lake Como. You can reach Como in just an hour in the train from Garibaldi Station, Milan. Take advantage to wander through the streets of the centre of the delightful city much loved by VIPs and also visit the Duomo. If you’re happy with your trip to the historic centre of the city, you could also go to Villa Carlotta by bus, boat or hydrofoil. We suggest choosing the boat (departures every hour from Como); it will enable you to enjoy beautiful views from the waters of the lake. After a delicious lunch based on traditional dishes, start off for your destination – the museum of the Villa and its marvellous botanical garden are ready to welcome you from 9.00 am to 7.30 pm. Get ready for a thrilling tour in the rooms full of masterpieces and the gardens of a villa of renowned and rare beauty. The 17th century residence with an imposing but sober appearance lies in a natural hollow between the lake and the mountain. Built by Marquis Giorgio Clerici, it will offer you the view of superb landscapes, like those of the Grigne and famous Bellagio. The villa is priceless and now hosts masterpieces signed by Canova, Thorvaldsen and Hayez. Works by Antonio Canova like ‘Palamede’, ‘Musa Tersicore’, and ‘Maddalena Penitente’, and other masterpieces such as ‘Amore e Psiche giacenti’ by Adamo Tadolini, ‘Romeo and Juliet’s last goodbye’ by Francesco Hayez, ‘Alexander the Great’s entry to Babylon’ by Bertel Thorvaldsen, ‘Virgil reads the sixth canto of the Aeneid’ by Jean-Baptiste Wicar and ‘L’apoteosi di Napoleone’ by Andrea Appiani can be admired inside. After your visit, don’t leave the Villa without admiring its gardens where you can admire the blooming of the rhododendrons and azaleas in more than 150 variety. Then wander into the natural marvel with camellias, cedars and centuries old sequoias, immense plane trees and exotic essences.

 

 

 

 

 

Autore dell'articolo: TurismoSociale

Lascia un commento