Un’estate di turismo culturale

L’estate quest’anno ha portato via con sé le scorie di una stagione vissuta con il pensiero alla crisi e al modo migliore per trascorrere vacanze spensierate con il maggior risparmio possibile. Attenti comunque sempre alla qualità dei luoghi e delle strutture ricettive, i turisti quest’anno hanno premiato un turismo di stampo culturale, prediligendo località si balneari, ma con siti archeologici o storici, seguiti dalle solite isole e dalle città d’arte che fanno sempre la loro parte.


Sono stati i b&b Selinunte quelli a sentire meno la crisi, grazie ad una offerta tutto sommato contenuta ma soprattutto alla bellezza e all’importanza del luogo, sede del Parco Archeologico più grande d’Europa che ha ospitato quasi 3.000 anni orsono una delle civiltà più floride della Magna Grecia.
Un perfetto mix tra cultura e divertimento ha permesso a Selinunte di affermarsi come una delle mete privilegiate degli itinerari Sicilia, che vedono comunque sempre al primo posto il capoluogo Palermo, seguito a ruota dalla sempre più sorprendente località di San Vito lo Capo, che prolunga la stagione estiva fino alla fine del mese di Settembre grazie alla kermesse culturale – gastronomica del Cous Cous Fest, che ogni anno coinvolge chef da ogni parte del globo pronti a sfidarsi nella preparazione della versione più originale e gustosa del tipico piatto di origini arabe.

Autore dell'articolo: Trovavacanzesicilia