Vacanze nel Salento: anche a Natale e Capodanno un turismo sempre gettonato

Ci si aspetta di vedere una località prevalentemente balneare, come il Salento, pullulare di turisti e vacanzieri per lo più durante il periodo estivo. Questo perché parliamo di una terra che fa della bellezza delle proprie coste e dei colori delle acque marine che le bagnano il simbolo di un’intera penisola a forte vocazione turistica, ma il Salento non è solo questo.
Anche il periodo invernale, a discapito dei luoghi comuni, può rivelarsi molto piacevole per trascorrere delle piacevolissime vacanze in Puglia.

Tutto il mese di dicembre, in particolare, ha fatto registrare un gran numero di presenze non solo a Lecce, ma anche nellevarie città d’arte di cui il Salento è particolarmente prosperoso. Otranto e Gallipoli, ad esempio, oltre ad essere due rinomatissime cittadine balneari che esercitano un grande richiamo per i turisti durante l’estate, sono due centri ricchi di fascino, ma anche di storia e di cultura. Pertanto propongono degli itinerari turistici che permettono di visitare le numerose testimonianze di un passato ricco di avvenimenti storici, come chiese, cattedrali e soprattutto i loro poderosi castelli affacciati sul mare, che un tempo servivano per riparare i cittadini dalle scorrerie dei pirati turchi. Inoltre le numerose stradine e vicoli stretti, piazzette e larghi, creano un’atmosfera suggestiva in grado di attirare turisti ogni mese dell’anno. Ma anche Specchia, Castro, Andrano, Tricase e tutti gli altri piccoli centri che costituiscono il denso reticolato del Salento, maritano una visita.

Senza dubbio Lecce, città del Barocco per eccellenza, è stata quella che ha fatto registrare il più alto numero di presenze nel Salento durante tutto il periodo natalizio, e resta il fiore all’occhiello dell’intera Puglia, a livello turistico, storico e culturale.

Le vie del centro hanno proposto addobbi natalizi molto caratteristici e un po’ ovunque sono state allestite le caratteristiche “luminarie”, addobbi luminosi decorativi tipici della cultura salentina, per coniugare la tradizione locale con l’atmosfera del Natale. I numerosi edifici barocchi, gli anfiteatri romani collocati in Piazza Sant’Oronzo, di fianco al mosaico della lupa posto al centro della omonima piazza, simbolo della città e alla statua di Sant’Oronzo, hanno offerto un sipario molto caratteristico durante i festeggiamenti di capodanno.

Considerando il periodo, di sicuro la formula più gettonata è stata “hotel Salento”, ma anche bed and breakfast, residence e le numerose masserie presenti sul territorio, sono le strutture ricettive maggiormente in voga durante questo periodo dell’anno.