Viaggio di Novembre: Giordania, porta del Medioriente

Petra

Ciao a tutti

è arrivato il momento di parlare del Viaggio del Mese. Questo mese vi consiglio un viaggio itinerante molto interessante: il Tour della Giordania. Teatro di importanti episodi della Bibbia, di film e racconti affascinanti, come Lawrence d’Arabia, e sede di siti archeologici mozzafiato tra i più belli al mondo, la Giordania come meta turistica soffre purtroppo di qualche pregiudizio nei confronti della cultura araba e della religione islamica. La Giordania, invece, al contrario del pensiero comune è un paese tranquillo, e i suoi abitanti sono tra i più ospitali al mondo. Vi capiterà di incontrare persone che vi inviteranno a bere un thè in casa loro o anche entrando nei negozi, il commesso vi offrirà da bere un carcadè o un thè in segno di ospitalità e buone intenzioni. E’ quindi buona usanza accetare le bevande offerte, in segno di reciproca fiducia e gratitudine.

Quando andare?

La situazione climatica in Giordania cambia da zona a zona. Tuttavia per trovare un clima mite, è bene andare in primavera o in autunno, per evitare il caldo afoso dell’estate e il freddo rigido dell’inverno. In ogni caso, d’inverno nella zona interna e al nord è molto freddo, mentre nella zona sud della Giordania, nell’area della città di Aqaba, che si affaccia sul Mar Rosso, il clima è temperato.

Scogliera sul Mar Morto

Come arrivare?

Arrivare in Giordania dall’Italia è molto semplice. Tutto dipende se acquistate un tour o un pacchetto tutto compreso o se vi construite una vacanza “fai da te”. In ogni caso la principale compagnia che effettua voli da e per l’Italia ed anche all’interno della Giordania stessa, è la compagnia di bandiera Royal Jordanian.

Il Volo Italia-Giordania dura quattro ore. Di solito nei pacchetti vacanza il volo parte da Roma per Amman (la capitale). Spostarsi in Giordania è molto facile. I taxi rappresentano la forma di trasporto più conveniente in Giordania. E’ bene mettersi d’accordo in anticipo circa il costo della corsa. Ricordatevi che la mancia non è obbligatoria, ma che arrontondamenti per eccesso sono ben apprezzati!

Se avete acquistato un tour, gli spostamenti avverranno attraverso pullman o anche attraverso fuoristrada, nel caso in cui vi troviate ad attraversare il deserto di Wadi Rum.

Cosa mangiare?

La cucina della Giordania è unica e fa parte della cultura culinaria araba. Nel mondo arabo il cibo ha un significato molto profondo, che va al di là della semplice alimentazione. Ci sono anche tanti piatti salutisti a base di grano, formaggio, yoghurt, frutta fresca e secca e verdure. Alla base di ogni pasto c’è il pane, Khubez, pane di forma rotonda e piatta, simile alla nostra piadina romagnola. Prima della portata principale si è soliti consumare un antipasto molto ricco, chiamato Mazzeh. Gli antipasti sono molto saporiti, perchè conditi con spezie e in generale con aglio, limone, semi di finocchi e timo. Le pietanze principali sono a base di carne – agnello, pollo e manzo, accompagnati sempre da verdure di ogni genere. Molto buoni sono i dolci a base di miele e creme di formaggio. Indicati per i più golosi!

Cosa comprare?

La Giordania è un’ importante meta per lo shopping di articoli moderni e tradizionali. Nei souk e nei centri commerciali è ancora viva l’abitudine di contrattare, quindi il consiglio è quello di non accettare il primo prezzo che vi viene proposto, ma di sfoderare la vostra abilità di commercianti. Cosa comprare? La Giordania è famosa per l’ampia varietà di articoli di orificeria artigianale: orecchini, braccialetti, collane. Il tutto a prezzi molto buoni e convenienti. Inoltre molte pietre e perle hanno anche un significato simbolico. Nel comprare, chiedete anche se hanno qualche particolare significato.

Altri oggetti di artigianato sono i tessuti, i ricami, le ceramiche e le colorate bottigliette di sabbia con disegni tipici, come i cammelli e altri oggetti.

Cosa Vedere

Amman dall'alto

Un tour della Giordania vi permetterà di conoscere in maniera più profonda le sue bellissime città ricche di storia e di siti archeologici. La capitale della Giordania, Amman, è una città affascinante per la sua miscela unica di antico e moderno. Assolutamente da non perdere sono il complesso del Palazzo di Omayyadi, con i resti degli antichi edifici del complesso e la grande moschea Husseini.

Chi va in Giordania non può non vedere e fare un bagno nel Mar Morto. Sulle sue rive sorgevano le famose città bibliche di Sodoma, Gomorra, Admah, Zeboiim e Zoar. Oggi è la meta ideale per chi cerca tranquillità e relax. Le sue acque sono così salate che è possibile fare il bagno e stare a galla senza alcun sforzo. Inoltre, i fondali di questo mare sono ricchi di minerali estratti dai fondali fangosi.

Meraviglioso il deserto di Wadi Rum: David Lean “Lawrence d’Arabia” lo definì “Vasto, echeggiante e divino“. Wadi Rum è il classico deserto di sabbia punteggiato da jabal (montagne), che si ergono dal nulla, svettando sopra i piccoli villaggi di beduini, dove sarà interessante fermarsi per bere un thè e fare due chiacchiere di conoscenza. Rimarrete senza dubbio incantati da questo paesaggio incantato e senza tempo, teatro di numerosi libri e film.

La fascinosa Petra è sicuramente la principale attrazione di tutta la Giordania. La città, importante snodo commerciale al tempo dei Nabatei, è definita una delle otto meraviglie del mondo. Per visitare Petra non vi basterà un giorno, dato che è cosparsa di numerosi punti di interesse storico-archeologici: le tombe scavate nella roccia, un bellissimo teatro del I secolo d.C. , il momumento più famoso di Petra – il Tesoro o Al-Khazneh e tanti altri punti. I più esperti consigliano di visitare la città al mattino presto e al tramonto, per il particolare colore che assume la roccia con i raggi del sole.

Consigli utili in generale.

Per visitare la Giordania è necessario essere in possesso di passaporto con validità residua di sei mesi. Inoltre, è richiesto il visto d’ingresso a fini turistici. Questo si può fare anche direttamente in aeroporto appena sbarcati, prima del ritiro del proprio bagaglio. A livello di rischi sanitari è bene rispettare le classiche norme igienico-sanitarie, come bere acqua non dal rubinetto, ma dalle bottiglie di plastica, bere molto, poichè si è a rischio di disidratazione e di disturbi gastro-intestinali. Inoltre, è bene informarsi presso il proprio medico anche sulle seguenti vaccinazioni: difterite, tetano, epatite virale A, epatite virale B, tifo e rabbia.

La moneta che vi consiglio di portare con voi è il dollaro, eventualmente sul posto potete cambiare qualche dollaro con i dinari giordani per l’acquisto di souvenir e altri prodotti artigianali.

Come per ogni viaggio che vi apprestate ad effettuare, prima di partire il consiglio è quello di visitare la pagina di ViaggiareSicuri, in questo caso relativa alla Giordania.

Scoprite la nostra guida alla Giordania e le nostre offerte per un meraviglioso Tour della Giordania!

Foto: prima foto la bellissima Petra, seconda foto scogliera sul Mar Morto ed ultima foto la capitale Amman dall’alto. Per le foto e le informazioni ringrazio i miei genitori appena tornati da un entusiasmante tour in Giordania.

Post da: TUI Viaggi Blog

Salva e Condividi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.