Voglia di mare e spiagge sicuri: le bandiere blu della Sicilia

Giorni di caldo, il sole in faccia comincia a farti sudare, il cemento diventa bollente e le città si trasformano in grandi forni in cui ti cuoci a fuoco lento. E così, mentre ti trascini boccheggiante da un capo all’altro della città, la testa vagheggia di onde blu che si infrangono sui tuoi piedi, di aria profumata di sale che ti scompiglia i capelli e sabbia dorata che accoglie le tue membra. La voglia di mare, di sole e relax è tornata e allora vediamo insieme le cinque spiagge della Sicilia che si sono aggiudicate la Bandiera Blu 2012.

Il 14 maggio si è tenuta la cerimonia delle Bandiere Blu presso la Presidenza del Consiglio e il Fee (la federazione dell’educazione ambientale) ha riconfermato alla Sicilia cinque bandiere blu. Un traguardo e un riconoscimento importante che garantiscono a queste spiagge la purezza delle acque di balneazione, l’accoglienza delle strutture, la presenza di ecosistemi marini protetti e aree naturali, la pulizia delle spiagge e il personale di soccorso sempre disponibile. Insomma queste spiagge insignite dalla bandiera blu sono il sinonimo di bellezza, relax e servizi di qualità.

Ecco le cinque perle della Sicilia
Se hai in programma una vacanza in Sicilia, ecco una buona idea per scoprire tutte le bellezze che quest’isola fantastica ti offre: noleggiando la tua auto a Catania e seguire le Bandiere Blu, alla ricerca di acque cristalline, aree naturali, spiagge dorate e strutture perfettamente attrezzate.

Partiamo dalla provincia di Ragusa che ospita ben quattro delle cinque spiagge premiate : Santa Maria del Focallo-Ciricà, Pozzallo e Ragusa-Marina di Ragusa, mentre Menfi (AG) si riconferma spiaggia sicura per il sedicesimo anno consecutivo. Anche Messina viene riconfermata grazie a Lipari e Vulcano, le due isole delle Eolie, che completano questo ventaglio di bellezze.

Vediamole una ad una…
Santa Maria del Focallo: prova ad immaginare una spiaggia dorata, di sabbia sottilissima e punteggiata da arbusti e piante mediterranee. Ecco cosa troverai quando metterai piede su questa spiaggia incantevole, ospitata dal piccolo comune omonimo.

Ciricà si trova a poco più di 10 chilometri da Ispica ed è famosa per i suoi maestosi faraglioni di pietra calcarea che custodiscono le calette di spiaggia bianchissima, raggiungibili attraverso un paio di sentieri rocciosi che partono dalla strada provinciale.

Pozzallo: la spiaggia di questo comune è di oltre 15 chilometri e per la maggior parte è libera. Il fondale è basso, l’acqua cristallina e la sabbia sottile come quella di una spiaggia esotica. In questi 15 chilometri potrai trovare tutto ciò che desideri: zone completamente attrezzate, baie isolate e tranquille e scogliere che nascondono calette dall’aria segreta e preziosa.

Marina di Ragusa, anche questo paese di antica tradizione peschereccia, oggi ospita chilometri di spiagge attrezzate che diventano libere man mano che ci si allontana un po’ dal paese. La sua posizione verso l’Africa rende queste zone balneabili praticamente 9 mesi all’anno.

Menfi, qui Porto Palo e Lido Fiori continuano a riconfermarsi, anno dopo anno, spiagge da Bandiera Blu, grazie all’impegno costante dell’amministrazione che ha voluto fortemente mantenere l’aspetto selvaggio e naturale di queste zone. Il fondale basso e l’acqua trasparente ti fanno pensare al mare tropicale, ma voltandoti vedrai chilometri di macchia mediterranea che ti ricorderanno che il nostro Mare ha ancora angoli di paradiso a disposizione.

Infine arriviamo a Lipari e Vulcano. Non potevano certo mancare le perle delle isole Eolie per completare questo tour della bellezza. Da non dimenticare che l’arcipelago fa parte del patrimonio dell’Unesco e che questo di per sé è già garanzia di luoghi incantevoli e l’emblema della bandiera blu ne fa anche delle zone sicure e accessibili a tutti.

Eccoci giunti alla fine della nostra vacanza immaginaria e scommetto che ancora non ti è passata la voglia di mare!